GRECIA: Paros e Santorini...

Diario di viaggio 2013

di Pierpaolo Montagna



6 agosto
Bergamo Orio al Serio - Volo Ryanair su Kalamata. 
Puntualità al minuto, scomodità garantita, solita coda un'ora prima dell'imbarco e solita corsa per accaparrarsi i posti e soprattutto lo spazio per i bagagli a mano...prima o poi proverò a starmene seduto in sala d'aspetto fino all'ultimo minuto!!!
L'aeroporto di Kalamata è minuscolo; appena fuori c'è il parcheggio dei taxi, mentre l'autobus per la città ferma al di là della strada principale; appena usciti ci si dirige a dx e al di là della strada si vede una pensilina senza alcun cartello: quella è la fermata del bus (di linea) che porta alla stazione dei bus di Kalamata. Costo di 1 biglietto €1,50.
L'Hotel Galaxias (prenotato con Booking.com €50) è a poche centinaia di metri dalla stazione dei bus, nel centro storico, in una strada laterale alla via pedonale dello shopping; la hall si presenta bene e il personale è cortese e professionale e fornisce tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno; i corridoi ai piani sono caldi e polverosi; la stanza è discreta e pulita, con AC perfettamente funzionante; il bagno, al contrario; avrebbe bisogno di una rimodernata.
Buona e in una bella sala la prima colazione a buffet, che comprende sia dolce che salato, tra cui spicca un ottimo yoghurt (fa eccezione il caffè veramente pessimo!).
Primi bagni nel mare di Kalamata; siamo in una città, la spiaggia e il suo contorno non sono il massimo, ma sullo sfondo c'è la penisola del Mani, il mare è blù e caldo e quindi...
La spiaggia (Navarinou)si raggiunge con il bus n°1; come ovunque in Grecia ci sono ombrelloni e lettini intervallati da ampie zone di spiaggia libera

 

Cena da Ta Rollo, ristorante tradizionale nel centro storico, straconsigliato da Tripadvisor: non c'è menù scritto e tutto viene declinato a voce in mezzo greco e mezzo inglese dalla proprietaria: quindi buona greek salad (sarà la prima di una lunga serie) e baccalà fritto in pastella (lo prendono tutti nei tavoli vicini) che viene servito con una purea all'aglio (forse sarebbe anche buona, se fosse calda...) oppure con un sugo di pomodoro; conto €20,50 con acqua, birra, anguria e caffè greco.

 

7 agosto
Bus KTEL da Kalamata ad Atene (€44,40 x 2px).
Ci sono numerosi bus al giorno x Atene; il viaggio dura dalle 3h e mezza alle 4h e mezza in funzione delle fermate previste. Si viaggia comodi sulla nuova (per noi) autostrada che attraversa il peloponneso x congiungersi a Corinto con l'autostrada che da Patrasso porta ad Atene.
La stazione dei bus di Atene è molto caotica con scritte spesso solo in greco e quindi poco comprensibili; facciamo fatica a trovare la fermata di un autobus x il Pireo, ma dopo un attesa di quasi un ora, in cui di bus non si vede nemmeno l'ombra, prendiamo un taxi che per soli 10€ ci porta davanti all'Hotel Ionion (Bookings.com €45).
L'hotel Ionion ha un ingresso con una scaletta ripida che porta ad un ballatoio con una piccola scrivania; questa è la reception. La camera è piccola e molto “basic” con un letto matrimoniale che forse è ad 1 piazza e mezza, un bagno minuscolo e, per fortuna, l'AC che funziona bene. Note positive: la posizione, a pochi passi dal gate dove ci si imbarca per le Cicledi e il personale che, sia nelle comunicazione via email, che nelle informazioni sul posto si è rivelato preciso e disponibile; addirittura ha telefonato al ristorante dove avevamo previsto di cenare per sincerarsi che fosse Nelle vicinanze c'è l'agenzia di Blue Star Ferry dove abbiamo ritirato i biglietti per Paros (€65 x 2 px) che avevamo comprato online.
Cena da Vassilenas; in una bruttissima via del Pireo (brutta tutta la zona...) c'è questo straordinario ristorante con una terrazza elegante e ben arredata. Interessantissima carta con un menù degustazione di 10 portate (a soli €30). Noi, complice una merenda a metà pomeriggio, prendiamo solo un ottimo passato di verdure freddo (simile a un gazpacho) e i “main courses”: un'ombrina con verdure varie e un hamburger con patatine; entrambi i piatti sono straordinari, in particolare l'hamburger è parente solo nel nome con quelli dei fast-food!!! Concludiamo con una millefoglie in due. Un caffè, acqua minerale e una birra x €44,50. La proprietaria, gentilissima, parla un ottimo italiano e ci ha spiegato i piatti che sono molto più complessi di quanto possano apparire.
Consigliatissimo!!!

wpe2.jpg (66442 byte)

 

8 agosto
Alle ore 7.30 parte puntuale il ferry Blue Star diretto a Paros; molta gente, molti maleducati che occupano più sedie, ma un posto a sedere lo troviamo. Il porto di Parikia è discretamente caotico e non riusciamo a capire se c'è un bus che ci porta alle Lolantonis Rooms (Bookings.com €280 x 7 notti) e prendiamo un taxi (€27). In effetti un bus ci sarebbe, ma ferma a Dryos, 5-6 km da Lolantonis; pare che Nicoletta, la proprietaria, sarebbe venuta a prenderci. Peccato che non aveva risposto alle mie mail e non mi sono fidato a telefonare con il rischio di incomprensioni varie.
Le Lolantonis Rooms sono in riva al mare al termine di una stradina in discesa di un paio di km, in una zona abbastanza isolata (anche se a fianco ci sono 2 taverne). La prima colazione compresa nel prezzo consiste in un bollitore, una dotazione di bustine di te e di nescafè, succo di frutta, burro (in frigo), marmellata e fette biscottate; la prima reazione è stata di un po' di fastidio oltre che di stupore, ma poi fare colazione sul nostro balconcino guardando il mare è stato più che piacevole. La camera è abbastanza confortevole anche se il letto è un po' piccolo, e il bagno è minuscolo. L'AC funzionava perfettamente.
Nicoletta è stata molto disponibile nel venire incontro ad ogni nostra richiesta; ci ha accompagnato in macchina a Dryos alla fermata del bus, ha telefonato ad un rentacar di Parikia, perchè a Dryos affittano solo scooter.
La spiaggia sotto le camere è decisamente carina anche se abbiamo avuto la sorpresa di trovare l'acqua un po' freddina. Buona la cena alla Taberna Lolantonis di cui ricordo un'ottima versione greca dello stufato (salsine varie, 1 greek salad, 2 secondi con contorno, acqua, birra, caffè €22,50).

 

9 agosto
Primo errore del viaggio: a Parikia, da Rent a car Kiklades affittiamo una Kia Picanto pagando €360 x 6gg; penso che se avessi fatto il giro degli altri noleggiatori e contrattato un po' avrei potuto risparmiare 100-150 eurini....Tra l'altro l'auto ha fatto più di 80.000 km ed è un po' malconcia, anche se devo ammettere che ha fatto il suo onesto lavoro x tutta la settimana. Una curiosa abitudine dei noleggiatori greci è quella di consegnare la macchina senza fare il pieno e di pretendere che l'auto rientri con il serbatoio allo stesso livello della partenza.

wpe5.jpg (57077 byte)

 

Primo bagno alla Golden Beach, spiaggia bianca, mare cristallino (sempre freddo...) e un po' di vento. Nel pomeriggio è impossibile trovare un ombrellone libero, ma gli spazi a disposizione sono ampi. Numerosi i bar ristoranti lungo la spiaggia.
Buona cena da Anna a Dryos (€19)


10 agosto
Giornata di relax sotto un ombrellone (con 2 lettini €8) sulla splendida Golden Beach.

wpe7.jpg (91327 byte)

 

In serata passeggiata tra le stradine di Parikia (nella piazzetta ci sono numerosi bancomat) e cena da Albatros, guardando il tramonto su Antiparos; pomodori in insalata, calamari e sardine alla griglia, acqua, birra e caffè €33,20. Generalmente i ristoranti di Parikia mi sono parsi un po' più cari della media di Paros.


11 agosto
Bagno sulla spiaggetta di Dryos; stretta, di ciotoli bianchi, con pochi ombrelloni in prossimità delle taverne; più in là ci si può riparare dal sole sotto le tamerici; acqua sempre molto bella..
Al pomeriggio visitiamo il villaggio di Marpisa (dove si trova un Carrefour e il bancomat); stradine strette, muri bianchi, infissi blù, chiesette: l'essenza delle Cicladi!

 

Cena da Xilaras, appena fuori Dryos sulla strada verso la Golden Beach; si cena su una bella terrazza tra le palme: buono il polipo alla griglia e ottimo ghiemistà (pomodori ripieni di riso al forno); buona e molto ben presentata la torta di cioccolato. Acqua, birra, caffè €31.20.


12 agosto
Giornata di mare alla famosa Kolimbitri Beach, serie di spiaggette intervallate da scogli nei pressi di Noussa; mare e paesaggio molto piacevole, anche se la zona è molto affollata; gli spazi tra gli ombrelloni (€7,50) sono molto ristretti.

wpeA.jpg (91817 byte)

 

Passeggiata per le vie di Noussa, località che offre molto da tutti i punti di vista.
Cena non memorabile da Thesis (€33,40) a Piso Livadi, sul porticciolo in un ambiente caratteristico con una bella atmosfera.

13 agosto
Giornata sole, spiaggia, mare alla ormai “nostra”Golden Beach.
Cena con tramonto a Piso Aliki, forse il villaggio che a me è piaciuto di più; se tornassi a Paros cercherei una sistemazione nei dintorni. Ottimo il ristorante dell'Hotel Aliki (€24,90), sul molo davanti al porticciolo, dove si trovano numerosi altri ristoranti con menu molto simili. Non ricordo esattamente tutte le portate e il conto, che ho conservato, non mi aiuta, perchè scritto in greco e quindi incomprensibile per me, ma sono sicuro di aver mangiato il miglior Ghemistà di sempre, ed è il mio piatto preferito della cucina greca!

14 agosto
Per oggi abbiamo prenotato (ieri non aveva più posto) una gita in barca con Rofos: “Boat trip to turquoise water” (€50 2px). Il volantino promette una gita di 3h e mezza in vari luoghi con “crystal clear water”, equipaggiamento da snorkeling, spuntini e bibite a bordo con buona musica; la musica, non si sa perchè è cubana e comunque le promesse sono mantenute; si parte dal porto di Aliki e si fa il bagno in 3 o 4 calette con acqua che va dal blu profondo al turchese trasparente. 
Snorkeling di poca soddisfazione perchè di pesci se ne vedono pochi e poco colorati, d'altra parte l'acqua non supera i 24°... Durante i trasferimenti ci vengono serviti, prima insalata greca con bibite varie e poi un vassoio di frutta. Consigliabile!

 

Per non perdere le abitudini ci riposiamo un po' sulla spiaggetta di Lolantonis, sotto al nostro balconcino e per la sera, l'ultima a Paros, torniamo a cena ad Aliki nell'omonimo ristorante (€22).

wpeD.jpg (112362 byte)

 

 

15 agosto 
Si parte per Santorini (Blue Star €46 ); operazioni di imbarco abbastanza ordinate e rapide. Il traghetto parte in orario e come prevedibile è abbastanza pieno, ma per una volta noto che il personale interviene nei confronti di chi occupa più seggiole. Comunque a Naxos scende parecchia gente e si sta più larghi. Puntuale e scenografico l'arrivo a Santorini...

wpeF.jpg (82804 byte)

 

Al porto di Athinion ci aspetta, con un cartello in mano, il proprietario della Pension St.George che con il suo Doblò ci accompagna alla nostra camera; l'avevamo avvertito del nostro arrivo via email. 
La Pension St.George (booking.com €330) è a Perivolos a 50mt dalla spiaggia, a nostro parere la migliore dell'isola, e si compone di due costruzioni; la più moderna, con camere con balconcini è quella che appare sul sito, e la più vecchia con 4 camere, molto piccole a pian terreno, senza finestre, con una sola porta che dà direttamente sul cortile, (dove passano tutti) che nelle foto del sito non si vede mai. A noi, naturalmente è toccata quest'ultima. Alla richiesta di cambiare camera, passando almeno al piano superiore dove perlomeno c'è una finestra, è stato risposto negativamente; va detto che noi ci siamo fermati x 9 notti, mentre nelle altre camere ho osservato un turn-over molto più rapido e quindi un po' più di attenzione non avrebbe guastato. La camera è comunque pulita, lenzuola e asciugamani vengono cambiate con giusta frequenza, il bagno, abbastanza grande, ha una sola finestrina che dà su un corridoio di servizio (non il massimo né per l'aerazione, né per la privacy). I proprietari, oltre al servizio di pick-up da e per il porto o l'aeroporto, non offrono alcuna assistenza; alla mia richiesta di un pc per collegarmi a internet (una sola volta!) mi è stato risposto che non avevano internet (ma se rispondono alle mail quasi in tempo reale !?!?!) e non sono stati in grado di indicarmi un internet-cafè che si trova sulla strada per Perissa, a pochi km dalla pensione.
Aggiungo che tra i servizi??? che offre la Pension Saint George c'è il noleggio di auto, quad, moto...purtroppo a prezzi molto più alti di qualsiasi agenzia della vicina Perissa.
Primo bagno sulla spiaggia nera di Perivolos, molti ombrelloni con lettini (da €5 a €8), ma anche molto spazio libero. Una piacevole sorpresa: l'acqua è molto più calda che a Paros!
Discreta cena alla taverna Takaboi (€30) sulla spiaggia a pochi passi dall'albergo.


16 agosto
Dopo un ottimo e monumentale breakfast a buffet (€20), nel bar sulla spiaggia di Perivolos di fronte al ristorante Popeye, ci facciamo una camminata sul lungomare fino a Perissa (40minuti) alla ricerca di un'agenzia per comprare il biglietto del ferry x il ritorno (alla Pension St.George non sono stati in grado di indicarmi un'agenzia....). La troviamo subito sulla strada principale di Perissa dove abbiamo la sorpresa di non trovare più posti per la corsa che avevamo previsto e ci accontentiamo del traghetto Blue Star che parte alle 22 (perchè non lo abbiamo comprato prima???) e arriva al Pireo alle 5 di mattina (€84 con poltrona tipo pulman).
Relax in spiaggia a Perissa (€8), un po' più affollata di quella di Perivolos, ma comunque vivibile.
Dopo un'altra passeggiata lungo la spiaggia, cena più che discreta da Popeye a Perivolos (€38).

wpe11.jpg (164079 byte)

 

 

17 agosto
Gita in barca nella “caldera”; l'escursione parte da Perissa, davanti alla stessa agenzia dove abbiamo acquistato i biglietti della Blue Star (tutte le agenzie di Perissa offrono la stessa gita, ma il prezzo può cambiare quindi conviene chiedere più preventivi; noi abbiamo speso €36), con un pulmann che ci conduce al porto di Athinion; qui si sale su uno dei numerosi battelli camuffati da caravella; con un po' di confusione si viene più o meno suddivisi in base alla lingua in modo da avere una guida comprensibile.

 

La prima tappa è sull'isoletta dove il vulcano è ancora attivo, Nea Kameni; qui si fa un'escursione in un paesaggio suggestivo tra sassi nerissimi e qualche rara fumarola; tappa successiva un bagno in acque calde (e colorate di rosso-mattone) e poi lunga 
sosta a Thirasssia dove ci sono numerose taverne che si riempiono abbastanza in fretta. Tempo per il pranzo e per un bagno non memorabile e poi ritorno passando sotto Oia, dove alcuni scendono per ammirare il tramonto (verranno poi riportati in 
pulman). La gita a mio avviso è un po' fantozziana, in parte per il ridicolo “travestimento” del barcone e in parte perchè si è trattati tipo pacco postale, ma ha un suo valore se non altro per lo spettacolo della vista di Santorini dalla caldera.
Al ritorno, a Perissa, da Ankor, abbiamo ritirato l'auto che avevamo prenotato, dopo un'indagine tra le varie agenzie per trovare il prezzo migliore; la solita Kia Picanto, €198 x 6gg con assicurazione Kasko; auto con “soli” km45000, abbastanza pulita, senza ruota di scorta: mah!

wpe14.jpg (175340 byte)

 

Cena da Faflatou a Perivolos che ha in lista una serie di insalate €20,50.

18 agosto
Andiamo alla famosa Red Beach. Lungo la strada si apprezzano panorami sulla caldera appena prima di Akrotiri, ma quando arriviamo alla spiaggia, troviamo un cartello che vieta l'ingresso sul sentiero; in effetti deve essere successo qualcosa perchè, da lontano si può vedere che non ci sono più gli ombrelloni; molti proseguono lo stesso sul sentiero sconnesso, ma noi lasciamo perdere; ci fermiamo alla spiaggia di Vlichada, non male, ma tutta a sassi e alla fine rientriamo nella nostra spiaggia di Perivolos.


Cena a Perissa da Hellas (€21,80).

19 agosto
Gita a Fira; difficile trovare parcheggio; conviene fermarsi all'ingresso dell'abitato e aspettare che si liberi un posto nel parcheggio di fronte al Carrefour. Più avanti non c'è possibilità di sosta fino a Firostefani. La passeggiata tra i vicoli di Fira sarebbe piacevole se non ci fosse una folla straripante, tra cui le numerose comitiva sbarcate dalle navi da crociera che si muovono come un corpo unico, con il loro numerino appiccicato sul petto... Suggestivo comunque il panorama sulla caldera.

wpe17.jpg (140657 byte)


Cena a Perissa da Kiklades, tra le bouganville in un cortiletto all'interno rispetto alla main road, (non lontano dal bancomat di Perissa) €25,00.


20 agosto
Decidiamo di seguire i consigli della Guide Routard e facciamo una gita a Kamari; in linea d'aria è vicinissima (al di là del promontorio a nord di Perissa) e infatti c'è un servizio di barche tra Perissa e Kamari; noi andiamo in auto facendo un largo giro. Ancora mi domando perchè la Routard lo consideri un posto migliore di Perissa-Perivolos; la spiaggia è molto simile, solo più stretta e di conseguenza più affollata; la passeggiata-mare è una sequenza senza soluzione di continuità di bar, ristoranti, negozi e alberghi, abbastanza ordinati, a dir il vero, ma niente di più. A questo va aggiunto la vicinanza dell'aeroporto internazionale di Santorini dove atterra un volo dopo l'altro. Mah....

wpe19.jpg (78114 byte)


Nel pomeriggio visitiamo Pyrgos, arroccato su un colle; piacevole passeggiata tra stradine, case bianche, chiese con cupole blù.

wpe1B.jpg (50431 byte)


Sempre per dar retta alla Routard la sera ceniamo ad Akrotiri, piacevole paesino fuori dalla confusione dei centri più famosi, da Safran (30,30), attirati dalla descrizioni di risotti strepitosi, in particolare quello ai frutti di mare; altro pessimo consiglio! Non sanno nemmeno cos'è un risotto: riso scotto, nessun sapore; meglio continuare con le sicurezze della cucina greca!!! Oppure....


21 agosto
Mattinata sole-mare sulla spiaggia di Perissa.
Nel tardo pomeriggio gita ad Oia con l'obiettivo di assistere al famoso tramonto nella caldera di Santorini; prevedevo di seguire all'andata la strada “alta”, più diretta e al ritorno quella “bassa”, più lunga ma con meno traffico. Naturalmente, causa le pessime indicazioni stradali, faccio esattamente il contrario. Comunque al ritorno, sbrigandosi nell'uscire da Oia, si può riuscire ad evitare l'esodo, di auto, quad, motorini, pulman.... Oia resta comunque un posto da vedere.
Il rito collettivo, un po' comico, un po' ridicolo, del tramonto nell'Egeo, per quella sera, viene rovinato da un po' di foschia sulla linea dell'orizzonte che impedisce di vedere il sole che “entra” nel mare...., ma riesco a farmene una ragione!


Cena in tarda serata al Poseidon (€22,70), grande ristorante sulla spiaggia di Perissa; siamo un po' stanchi di cucina greca e, dopo un'insalata di pomodori, peperoni, cipolle prendiamo 2 pizze; sicuramente a Napoli avrebbero da ridire, ma tutto sommato le pizze non sono male, anche se sono molto pesanti e molto condite e quindi una sarebbe stata sufficiente. Infatti il cameriere vede che ne abbiamo avanzata una intera e ce la impacchetta nel classico “doggy bag”. E il giorno dopo in spiaggia si lascia 
ancora mangiare...

wpe1E.jpg (85446 byte)


Buona scelta il Poseidon, un po' “turistico”, ma, prezzi bassi, menù sconfinato, discreta qualità, ottimo servizio.

22 agosto
Decidiamo di dare una svolta culturale alla nostra vacanze e andiamo a visitare le rovine dell'Antica Akrotiri (ingresso € 5); la visita è interessante e agevole (interamente al coperto e su comode passerelle) anche se è consigliabile avvalersi di una guida perchè il sito è di non facile lettura.

wpe20.jpg (68482 byte)


Pomeriggio in spiaggia a Perivolos e cena da Vulcano a Perissa, altro grande ristorante sul lungomare di Perissa (34,90). Ottima orata alla griglia e monumentale yoghurt con macedonia.

wpe22.jpg (67334 byte)

 

23 agosto
Passeggiata a Firostefani; praticamente unita a Fira continua lungo il crinale a picco sulla caldera; stesse vedute di Fira, ma con molta meno folla e nessuna gioielleria!


Dopo un pomeriggio sulla spiaggia nera di Perivolos, torniamo al Poseidon per la cena (€30,20); spaghetti bolognese: incredibile, sono ottimi! Cottura perfetta, buon ragù e anche il parmigiano (o quasi) grattugiato.

24 agosto
Il nostro ultimo giorno a Santorini: lo passiamo in spiaggia a Perivolos aspettando la sera per il transfer al porto di Athinion dove abbiamo il traghetto per il Pireo (Blue Star €84 con poltrona tipo pulman). Ceniamo in uno dei numerosi ristoranti del porto (€21).

wpe25.jpg (85930 byte)


Il ferry è super puntuale sia alla partenza che all'arrivo, alle 5 del mattino dopo; le poltrone tipo pulman sono super scomode e super mal posizionate; molte non consentono di reclinare lo schienale, sono disposte in file che obbligano a svegliarsi e ad alzarsi se si alza il vicino...ma abbiamo pensato non valesse la pena prendere una cabina, per poi essere svegliati alle 4 del mattino(tra l'altro, lunga coda alla reception perchè in agenzia non ce n'erano più).

wpe27.jpg (102439 byte)


25 agosto
Appena scesi dal ferry prendiamo un taxi (€15) con alla guida un aspirante pilota di formula 1 che, ad una velocità folle ci porta alla stazione dei bus per il peloponneso; qui prendiamo il primo bus KTEL che in circa 4h raggiunge Kalamata (€44,40), e dalla stazione dei bus altro taxi (€5) all'hotel George che avevamo prenotato con Booking (€98 x 2 notti).
Credo si tratti di un vecchio Hotel di Kalamata, ma ristrutturato di recente; da fuori non si presenta benissimo, ma le camere sono carine e tutto sommato confortevoli e pulitissime 

wpe29.jpg (74235 byte)

 

Bisogna dire che ci troviamo in una via pedonale al centro della "movida" notturna di Kalamata, quindi di notte in effetti c'è stato un po di movimento che, nonostante le finestre chiuse (buon impianto di AC), un po' ha disturbato.
Il personale è gentilissimo e premuroso, anche se assolutamente non professionale: non una parola di inglese, e quando ho chiesto dove potevo noleggiare un'auto, dopo alcune telefonate piene di buona volontà non mi hanno trovato nulla; la mattina dopo, a meno di 100 mt dall'albergo ho trovato per caso un'agenzia di noleggio auto! 
Cena da Navarinou 127 €16,50), sul lungomare; forse siamo arrivati un po' tardi, dopo le 21.30, ma il pesce che c'era in menù era finito e ci siamo accontentati di ottime sardine alla griglia e soprattutto di un piatto di strepitose polpette di carne!!!
Sul lungomare sono numerosi i bar, gelaterie, yoghurterie ecc, affollatissimi e molto economici per una piacevole fine serata.
Attenzione il bus n°1 che riporta in centro città termina il servizio alle 23 e dopo restano solo gli economici taxi (€5).

wpe2B.jpg (74735 byte)


26 agosto
E' l'ultimo giorno di vacanze; con qualche difficoltà e, grazie ad una gentile cameriera del bar dove facciamo colazione, Pi & Phi, sulla Kentriki Platia, che ci dà l'indirizzo giusto, troviamo un rent a car dove noleggiamo una Hyundai Getz (€59,76), non nuovissima, ma in buone condizioni.

wpe2D.jpg (93641 byte)
L'agenzia a cui ci rivolgiamo è Pelops, appena fuori città, ma ci vengono a prendere e ci riporteranno in albergo alla sera!
La giornata la dedichiamo ad una specie di “viaggio della memoria”; torniamo dopo parecchi anni a visitare Koroni, Methoni e Pylos; non troviamo molti cambiamenti: belle spiagge, poca gente, acqua calda e pulita... Mi domando perchè la zona è così poco frequentata, ma forse è meglio così!

wpe2F.jpg (570836 byte)


A cena torniamo su Navarinou, il lungomare di Kalamata e ci fermiamo da Yaropoida (€22,30); eccezionali gli spaghetti con gamberoni!

27 agosto
Si riparte; dopo la colazione da Pi & Phi, attraversiamo il centro pedonale di Kalamata e dalla stazione degli autobus raggiungiamo l'aeroporto con il bus di linea, tanto abbiamo tempo...anche se credo che un taxi non possa costare più di 10-15 €. Alla stazione compriamo un paio di panini che, assolutamente identici, vedremo poi nel bar dell'aeroporto a prezzi più che raddoppiati.

Volo Ryanair, come sempre puntuale e arrivo a Bergamo nel pomeriggio.

wpe31.jpg (66297 byte)

 


I conti: Qui tutte le foto:

http://www.soniaepierviaggi.eu/Grecia%2713%20foto.html 

Voli € 462,00

Traghetti € 195,00

Taxi € 62,00

Bus € 94,40

Alberghi € 803,00

Ristoranti € 562,00

e quel che resta....a parte i ricordi.

 

 

Pierpaolo Montagna

pierpaolo.montagna@fastwebnet.it

 

 

 

 

 

 

 

Home ] AFRICA ] AMERICA ] ASIA ] EUROPA ] OCEANIA ]