Il Graffio del Viaggiatore

(per scrittori anarchici … completamente liberi)

Non siamo ne saggisti ne romanzieri, tanto meno giornalisti. Ci piace solo scrivere quello che ci passa per la testa, senza prenderci troppo sul serio ...

la grammatica non è il nostro forte e consideriamo la scrittura solo un modo romantico per far viaggiare i pensieri …

________

Il 18 febbraio 2015 fù un giorno speciale … il giorno del primo numero del "Graffio"un giorno speciale per noi che in breve tempo lo avevamo prima ideato e poi realizzato, mossi da una forte ambizione ... che il "Graffio" potesse diventare un appuntamento fisso, in cui ognuno potesse scrivere un proprio pensiero legato al viaggio ma non solo ... firmando il suo prezioso contributo … lasciando il proprio "Graffio" … un luogo dove parlare di viaggi, ma non veri e propri viaggi piuttosto di momenti da ricordare quelli che alla fine quando ci pensi capisci ancora di più quanto sia bello viaggiare di quanto sia bello vivere … Non avevamo idea di quanto potesse durare …  ed arrivare fin qui ci sembra un traguardo importante … Ci auguriamo che quel 18 febbraio sia stato speciale anche per Voi … che non ci avete abbandonato mai!

Ivan AlessandroMichele

 

Il Graffio non è una semplice rivista. Il Graffio è uno scrigno di emozioni personali, percorsi interiori, divagazioni oniriche, pensieri spontanei che vengono dal profondo. Il Graffio non è un posto per timidi. La vita riserva talmente tante occasioni per esercitare la nostra timidezza, che regalarsi degli spazi per essere fino in fondo noi stessi, è un opportunità importante da cogliere. Aprirsi a se e agli altri è un’esperienza esaltante oltreché utile a vincere paure e debolezze. Il Graffio è un immenso campo dove l’animo umano si mette a nudo, si spoglia da introversioni, libera le più segrete emozioni, affrontando qualsiasi argomento nella maniera più naturale e sincera possibile, come in un dialogo con noi stessi. Il Graffio è per anime a briglia sciolta, dove ci si libera dalle gabbie che ci siamo costruiti per vivere e sopravvivere, e che non permettono di essere totalmente noi stessi. Nel Graffio si deve posare la maschera e tirare fuori gli artigli, scrivendo in maniera libera ed indipendente le nostre storie ed il nostro pensiero. Il Graffio è un luogo dove ci si può anche appassionare scrivendo di vite vissute da altri, storie e pensieri altrui, che ci commuovono e ci convincono che valga la pena divulgare e condividere con tutti. Il Graffio del Viaggiatore è un meraviglioso viaggio introspettivo, dove le sole armi a nostra disposizione sono il cuore e la penna. Nel Graffio si condividono sogni ed aspettative e si fa viaggiare libera la mente nei nostri ricordi più intimi e belli. Il Graffio non è per gente che si fa problemi. Il Graffio accoglie tutti, ma non è il posto più adatto per pubblicare sterili diari di viaggio, fatti di numeri, prezzi ed informazioni da guida turistica. Il Graffio pretende di più …

perché viaggiare è molto di più…

In linea con la filosofia del Graffio, Gianluca Crisantema ci scrisse una mail per complimentarsi di quella che lui chiama “Avventura” del Graffio. Gianluca riuscì a condensare in poche frasi appassionate, tutto quello che noi, in cuor nostro, speravamo potesse generare nell’animo di ognuno di voi, leggere le pagine del Graffio… Parole limpide e sincere, che sono un vero

Manifesto del Graffio

siate sereni e ritornate piccoli … anche dopo aver letto le parole di Gianluca …

“”… pensieri sciolti, liberati sulla pagina alla rinfusa, come si fossero rovesciati da un bicchiere, o fossero macchie di colore lanciate sulla tela dalla mano di un artista …””

“” … Ivan (parto dal “direttore”), Ale e Michele, complimenti ancora per questa avventura, anzi direi per questo nuovo e spero lungo viaggio. L’ultimo numero de Il Graffio è stata una sorpresa ancora più grande: racconti, approfondimenti e soprattutto pensieri sciolti, liberati sulla pagina alla rinfusa, come si fossero rovesciati da un bicchiere, o fossero macchie di colore lanciate sulla tela dalla mano di un artista.. E’ bello poter leggere semplici frasi e riflessioni sconnesse, senza una evidente logica o fine, ma con l’impronta precisa di chi l’ha scritta.. Ultimamente purtroppo, sono diventato allergico ed insofferente a tutte le notizie in circolazione: TV e giornali ti riempiono testa e occhi con tutto il brutto che c’è nel mondo, trattando solo di uccisioni, furti e guerre. Sono stanco, mi sento esausto. Non che non sia giusto parlare di tutto ciò, anzi.. ma il mondo e noi esseri umani, non siamo solo questo. E allora penso che viaggio, e sogno, proprio per vedere di cosa siamo capaci (cosa abbiamo saputo fare di utile e bello) e per incontrare chi riesce ancora a sorridere nonostante tutto ciò, sperando di esserne contagiato. Ho finito di leggere il numero di Maggio, con le cuffie nelle orecchie mentre ascoltavo della buona musica.. Ma dopo aver finito, mi sono reso conto che la mia mente stava vagando, ricordando aneddoti di viaggi passati, esperienze positive e negative, e riflessioni più o meno serie sulla vita, sui sogni e su cosa vorrei. Anzi, più precisamente posso dire che non so cosa vorrei, ma sicuramente ho ben presente cosa non vorrei.. Beh, di questo vi ringrazio. Di regalarmi con la vostra passione qualche attimo di intimità con me stesso (e riappropriarsi del tempo è una delle cose più preziose che ci sia), e poi subito lasciarmi la bella sensazione di ritornare piccolo, insieme ai miei compagni di giochi.. e se guardo avanti vedo tutto più sereno. So che non è così, ma a volte è bello poterlo credere, per continuare a sognare.. per continuare a mettere un passo innanzi all’altro, con la curiosità e la speranza sempre più forti della paura. Un abbraccio, e se volete (anche se lo scrivere non è sicuramente il mio forte) un piccolo aneddoto relativo ad uno dei miei primi viaggi in Costarica, che mi è tornato in mente leggendo “Il Graffio” (ma non chiedetemi il perché..), e mi ha strappato un sorriso. Continuate così.. “”

 

il Graffio non ci abbandona mai … sono le emozioni a non lasciarci mai …

una grande energia … sorridere … mangiare il mondo … correre all’orizzonte … ruggire … emozionarsi …

il dono più bello è sorridere ogni giorno

e ricordatevi sempre di chiudere gli occhi e di non smettere mai di sognare …

perché il viaggio più bello, si trova nei vostri sogni …

abbiamo tanta voglia di viaggiare … di scrivere … di graffiare … di emozionarci ed emozionare …

eccoci qui … siamo sempre di più … con sempre tanta voglia di andare avanti … e di saltate sul carro !!

Il Graffio è pura anarchia delle idee

il Graffio unisce ma è in grado di dividere profondamente … un bellissimo arco con tante piccole frecce …

il Graffio ha un respiro che coinvolge tutti …

noi ci riconosciamo solo il merito di avere avuto l’idea, ma quello che è avvenuto dopo non può essere solo merito nostro …

adesso il Graffio è di tutti!

ringraziamo chi ha la pazienza e la voglia di leggerci ogni mese e chi condivide nel Graffio una parte di se, scrivendo sempre con gioia e piacere di farlo …

a voi tutti diciamo: siete preziosi!

Buon Graffio del Viaggiatore a tutti voi!!

(Ivan Alessandro Michele)

Se volete salire sul carro con noi scriveteci a

ilgraffiodelviaggiatore@gmail.com

 

il graffio in pillole

(numero speciale per festeggiare 1 anno del graffio - mese di febbraio 2016)

 

 

ANNO 2015

febbraio 2015         marzo 2015         aprile 2015         maggio 2015         giugno 2015         luglio 2015         agosto 2015         settembre 2015         ottobre 2015         novembre 2015         dicembre 2015

ANNO 2016

gennaio 2016         febbraio 2016         marzo 2016         aprile 2016         maggio 2016         giugno 2016         luglio 2016         agosto 2016         settembre 2016         ottobre 2016         novembre 2016

 

 

 

www.viaggiareliberi.it