Iran

Magica persia....il paese delle stelle nascoste.

Diario di viaggio 2016/16

di Paolo Barone

 

"L'Essenza dello spirito dell'uomo sta nelle nuove esperienze"

 

Letture:

Persepolis, Shah in Shah, Il paese delle stelle nascoste, Lonely Planet Iran

IMG-20160121-WA0034.jpg (425277 byte)

 

Ma perch l'Iran???

Inizio il mio diario con questa frase, in quanto  con questa scelta di  viaggio in medio oriente  aspettato e sognato da diversi anni ogni qual volta parlo con le persone ed espongo il luogo mi vengono rivolte  le solite domande: NON   UN POSTO PERICOLOSO?..C'  LA GUERRA?..NON HAI PAURA?...COSA C'  DA VEDERE?

E qui mi rendo conto di quanta poca conoscenza e brutte informazioni strumentalizzate dall'occidente  sono state inculcate alla gente dai media , subissate di lmmagini  che dipingono l'Iran come un posto pericoloso, pieno di fondamentalisti  fanatici  islamici...

Non sapendo che invece il popolo Iraniano   sicuramente  tra i pi  ospitali del mondo  che abbia mai conosciuto nei passati viaggi!!!!

Ma io  curioso e  fermo sulla mia idea che viaggiare    capire , apre la mente e vedi il mondo con altri occhi sono pronto ad accogliere  le emozioni e  le sorprese di questo splendido  paese!!!

 

 

 

 

Iran   una Repubblica  Islamica di fede sciita per 89% e del 10% sunniti.

Viene praticato il regime islamico e le leggi della sharia.

  un paese dove gli opposti spesso coesistono,la condizione  femminile   il punto in cui le contraddizioni  della societ  emergono in modo evidente.

Le donne  iraniane rivendicano i loro diritti  e combattono con il sistema repressivo vigente truccandosi , lasciando scoperti una parte dei capelli o con vestiti pi  corti, colorati, attillati, la donna iraniana  non   piu la figura in chador nero che si vede sui giornali .... soprattutto  nelle grandi citt.

 

IMG-20160121-WA0044.jpg (146482 byte)    IMG-20160121-WA0043.jpg (83411 byte)    IMG-20160121-WA0040.jpg (82714 byte)    IMG-20160121-WA0039.jpg (226055 byte)

IMG-20160121-WA0050.jpg (202436 byte)    IMG-20160121-WA0049.jpg (246022 byte)    IMG-20160121-WA0048.jpg (607199 byte)    IMG-20160121-WA0047.jpg (237655 byte)   IMG-20160121-WA0045.jpg (195821 byte)

IMG-20160121-WA0029.jpg (189178 byte)    IMG-20160121-WA0038.jpg (243466 byte)    IMG-20160121-WA0037.jpg (230391 byte)    IMG-20160121-WA0036.jpg (192231 byte)    IMG-20160121-WA0035.jpg (169210 byte)

IMG-20160121-WA0025.jpg (361795 byte)    IMG-20160121-WA0023.jpg (332061 byte)

IMG-20160121-WA0027.jpg (255207 byte)    IMG-20160121-WA0017.jpg (179053 byte)    IMG-20160121-WA0008.jpg (342296 byte)    IMG-20160121-WA0014.jpg (333270 byte)    IMG-20160121-WA0013.jpg (116671 byte)

 

Informazioni

Visto

Ambasciata di Milano via Monte bianco

Portare passaporto, 2 foto , assicurazione di viaggio e prenotazione  notte hotel.

Prendono impronte delle dita

Costo 51 euro ritiro dopo pochissimi giorni, possono ritirarlo anche altre persone.

 

Volo

Prenotato ad inizio ottobre von Alitalia da Milano Linate, scalo a Roma e poi Teheran.

Prezzo 389.00 euro orari non troppo buoni.

Volo interno Teheran -Shiraz 68 euro con Mahan Air comprato in Italia

Assicurazione

Assicurazione Columbus 14 giorni euro 50 obbligatoria

 

Cambio

Teheran 150 euro  a 1 euro 39100 rial

Shiraz 200 euro  a 1 euro 39800 rial

Esfahan 100 euro a 1 euro 39.500 rial

Esfahan 20 dollari a  1 dollaro 36.300

 

Totale costo viaggio

Euro 980 tutto compreso 

 

Hotel

Teheran  1 notte hotel Gollestan euro 43 compreso pick up aeroporto e colazione

Shiraz 2 notti Hotel Niayesh camera quadrupla  euro 73 x notte con buona colazione buon hotel

Kerman hotel Amin doppia 30 euro vecchiotto

Deserto Kalut a Shafi Abad Kalot Ecolodge 10 euro a notte cena e colazione  buono

Yazd Orient Hotel 55 euro quadrupla

Yazd Orient hotel  30 euro doppia  a notte ottima colazione

Esfahan Totia Hotel 25 euro doppia a notte con colazione

Kashan Ehsan Historical Guest House

30 euro la doppia, molto bella la struttura ma camere scomode e fredde,materassi con molle a fare da massaggi!!!

Mangiare e bere

Al ristorante  si spende tra i 5-6 euro in base alle portate, non si ha troppa scelta per variare alla lunga si mangia sempre  kebab di pollo o capra ,  riso, pomodori , cetrioli, patate fritte, formaggio tipo feta

Panino con falafel 30000 rial

Bibite e dolci  10000 rial

Kebab di pollo  130000 rial

Piatto riso immenso 75000 rial

Acqua 5000 rial

Zuppa 50000 rial

Succhi freschi 20000 rial

Dough 10000 rial

Trasporti

Pick up aeroporto Komeini 25 dollari

Ticket metr 7000 rial

Bus notturno per Kerman  9 euro  8 ore

Macchina con autista x 1 giorno   a Shiraz 60 dollari

Macchina con autista per visita di Rayen , Mahan e notte nel deserto del Kalut euro 25

Taxi da Kerman a Meymand e poi Yazd 80 euro

Taxi Meybod-Karanaq-Chak Chak 25 euro

Bus Yazd-Esfahan 5 euro  4 ore

Bus Esfahan-Kashan 3 euro 2:30 ore

Bus Kashan-Teheran 3 euro 3 ore

Taxi per aeroporto  Teheran  15 euro

 

Tempo-Clima

Prima di partire ero titubante riguardo al clima freddo che avrei trovato,tutte le citt  sono su un altopiano dai 1000mt ai 2000 mt consiglio di visitare anche in inverno l'Iran,  pochissimo  turismo prezzi scontati  negli hotel, di giorno temperature buone con un bel sole caldo.

Dopo il tramonto   freddino ,  io mi vestivo a cipolla.

Abbiamo trovato solo un giorno e mezzo  di acqua il resto dei giorni  sempre sole.

Teheran  nuvoloso clima buono

Shiraz pioggia a dirotto freddino umido

Persepoli sole e buona temperatura

Kerman sole freddino , dopo il tramonto freddo

Kerman , Rayen, Mahsn e Deserto Kalut sole ma freddino notte sottozero

Deserto kalut sole mattino freddo

Yazd sole

Yazd nuvoloso buona temperatura

Yazd-karanaq-Chak Chak -Meybod sole caldo

Esfahan nuvoloso , pioggia buona temperatura

Esfahan sole , ventoso,sera freddo

Kashan sole temperatura buona sera freddo

Teheran sole freddino

 

Itinerario viaggio

 

24 Teheran

25 Shiraz

26 Shiraz-Persepoli-Pasargade

27 Kerman

28 Kerman-Rayen-Mahan-notte deserto Kalut

29 Kalut-kerman-Meymand-Yazd

30 Yazd

31 Yazd-Meybod-Karanaq-Chak Chak

1 Esfahan

2 Esfahan

3 Kashan

4 Teheran

5 Milano

 

 

Avvenimenti e impressioni day by day....

Popolo iraniano   molto gentile e disponibile , ospitali e curiosi , e chi parla inglese vi parler  molto volentieri. Purtroppo poche persone parlano inglese,e diventa  difficile comunicare  con loro.

Pensavo ad un paese molto pi  chiuso con restrizioni pesanti  ed invece mi sembra tutto normale non diverso dal nostro modo di vivere, certo ci vorrebbe molto pi  tempo per capire un paese e mi  piacerebbe  parlare con le donne per percepire  il loro punto di vista...

Le donne sono tutte con il loro Chador lungo nero oppure l'hejab a coprire il capo , anche le bambine , nessuna porta il burqa .

Per quanto riguarda la religione islamica sono meno  devoti e praticanti di altri paesi arabi, si sente poco il suono del richiamo alla preghiere dal muezzin, si vede ad occhio, mie sensazioni....

Molte volte per strada la gente ha offerto noi il  pane o datteri,il the ma soprattutto sguardi   sorrisi.

La mia impressione    che non sia un paese povero,    dinamico vivono molto dignitosamente come una normale citt europea,  lavorano e  non manca niente ,pochissimi chiedono l'elemosina e sono molto premurosi , rispettosi  con lo straniero, non sono insistenti  per niente.

Il parco auto   vecchiotto e gli abiti mi ricordano i nostri anni 80-90 un pochino retrogradi, difficile  giudicare le donne in quanto  coperte dal Chador...ma a Teheran sono molto simili a noi.

Non si pu  bere alcool ma in compenso  abbiamo notato pregevoli odori di canna -marijuana. ..dicono  che c'  un grosso traffico di oppio proveniente dall'Afghanistan e l'alcool lo bevono in casa comprato per vie illegali.

Ho conosciuto persone Afgane, molto gentili che parlavano un ottimo inglese,  mi raccontano di essere rifugiati, praticando i lavori manuali e sottopagati che gli Iraniani non vogliono pi  svolgere.

Hanno anche il problema della cittadinanza e  di accedere ai servizi tipo l'istruzione.

Un popolo molto ospitale ma razzista con loro!!!

Tutto il mondo   paese!

Gli autisti sono dei pazzi, il pedone non ha valore e attraversare  la strada   molto difficile e pericoloso.

Non   possibile  salutare una donna con  la stretta di mano,lei saluta mettendo incrociate le mani sul petto...

Il riso non manca mai in tavola,proviena dal nord dell'Iran vicino al mar Caspio.

I pasticcini sono molto economici e buoni,i miei preferiti sono biscotti  di Kerman con pasta di datteri interni!

Il costo della benzina   irrisorio solo 25 cent di euro al litro .

Le strade sono in ottimo stato spesso a due corsie ed il traffico  fuori dalle citt  nulllo.Gli autisti hanno un po il piede pesante!

I bus sono molto buoni e comodi efficienti , economici ed in ottimo stato , con sedili recrinabili e poggiagambe.

I'Iran dal punto di vista paesaggistico risulta  arido , brullo una landa  desertica  con grandi spazi ed alte catene montuose, la vegetazione    quasi nulla tranne muschi  desertici.

Si   quasi sempre su un altopiano dai 1200 mt ai 2000 mt, in inverno  la temperatura  di giorno   buona ma la notte   fredda.

Il panorama  viaggiando    molto scenico non annoia ,   un paese pulito e ordinato , ho trovato poca sporcizia in giro e mi sorprende  molto....

 

Giorno 23 Dicembre

Partenza con volo alitalia da milano linate alle ore 6:30 arrivo a Roma alle 7:40.

Avendo a disposizione  8 ore libere decido di visitare Ostia Antica prendendo un bus CONTRAL fuori dal Terminal  2 che porta ad Ostia  fino al  capolinea , di fronte ho preso il treno che in 2 fermate porta agli scavi....costo 1.50 euro ,  entrata sito archeologico euro 8

Il sito   tenuto molto bene e pulito ,   grande  con moltissimi reperti archeologici,  poca gente e si visita in un paio di ore, consigliato   per chi avesse ore libere di scalo visto che pochi ne parlano !!

In aeroporto  faccio conoscenza  con i miei 3 amici  d'avventura .... Luca Verona-Roberto Varese- Rudi Pisa

Salito a bordo dell'aereo conosco i miei compagni di sedile, un ragazzo Iraniano  Amir e la sua amica.

Iniziamo a chiacchierare in italiano  in quanto vive e lavora a Milano,  mi consiglia alcuni posti da visitare , scambiamo opinioni culturali , l'alcol   vietato ma loro  lo comprano per vie illegali  e lo bevono in casa , il loro Natale e il 21 Marzo e siamo nel 1394 .

Poi mi dice che la lingua Farsi    parlata anche in Afghanistan e Tagikistan , i matrimoni sono ancora combinati ed in alcuni posti si festeggia per diversi giorni ... ci scambiamo i numeri e la mail interessante e bravissima persona.

Arriviamo  a Teheran  in piena notte, pick up dell'hotel  e nanna....pronti per la nuova entusiasmante  avventura !!!

 

Giorno 24 Dicembre

Sveglia ore 8 dopo aver dormito  solo qualche ora,colazione tipica con the, pomodori, cetrioli, formaggio, uova sode, pane naan , datteri freschi marmellata e miele....niente male un buon inizio energetico!!

Usciti andiamo  a cambiare gli euro in Ferdosi street al cambio di  1 euro 39.000 rial.

Per strada  appoggiati su una sedia troviamo un vassoio pieno di datteri freschi dove le persone camminando  possono mangiare queste squisitezze....carini!

Poi proseguiamo con la visita del Bazaar , il mercato   diviso  in zone, oro, tappeti, scarpe, pelle,spezie con odori,  sapori e  fantastici colori   moltissina gente frenetica  in giro molte donne  , sembra non lavorino a Teheran ...ma 13 milioni di abitanti sono  tanti!

Mangiamo il classico panino con falafel e qualche dolcetto tipico seduti in una piazzetta, osservando le persone.

Nel primo pomeriggio  visitiamo il palazzo Golestan  costo 8 euro con una splendida architettura e decorazioni  interne.

Decidiamo di provare   con il metro "pienissimo e stretti  "come sardine  costo 7000 rial verso ex  ambasciata oggi ribattezzata  Covo dello spionaggio  Americano dove ci fu la rivolta degli studenti  si possono ammirare  dei bei murales contro l'america...interessante!

In serata prendendo metro e taxi ci dirigiamo  verso l'aeroporto  Mar Abad per il volo su Shiraz.

Teheran a prima vista risulta essere caotica e  trafficata ,dinamica , non molto  diversa da altre capitali visitate penso sia la pi  libera dell'Iran.

Le persone non parlano inglese ma chi lo parla   molto cordiale e premurosa nel dare un aiuto.

Sono molto curiosi  ed essendoci  pochissimi turisti (incontrati zero) ci osservano, sorridono e qualcuno ci  fotografa.

Tantissimi venditori  di strada vendono frutta secca, barbabietole e lupini a vapore, pannocchie , the,  cellulari, giochi, e molte altre cianfrusaglie un ritorno al passato.

 

Giorno 25 Dicembre

Buon Natale!!!!

Ci svegliamo ancora sotto la pioggia,cosi decidiamo di visitare la citt  di Shiraz e domani le rovine di Persepoli...

Super colazione e sotto un diluvio iniziamo a visitare Shiraz.

La prima visita   per il Mausoleo di Aramgah e Shah e Cheragh magnifico santuario  mausoleo con un grande cortile  grande cupola e bellissime archate.

Gli Iraniani sono talmente gentili che ci offrono la guida che parla inglese, e  poi dopo la visita ci accomodiamo in una stanza dove  viene offerto dei succhi, biscotti, acqua e dolci!

Il popolo Iraniano   molto ospitale!!!

L'interno del mausoleo   davvero straordinario  con i riflessi multicolori  degli specchi che rivestono le pareti...senza parole!

Intirizziti dal freddo e inzuppati d' acqua ci fermiamo in una tipica panetteria comprando il loro pane SANGAK cotto al forno  su pietrine... molto buono!

Poi   proseguiamo la visita delle moschee :

Maddraesh ye khan , Masyed e Vakil, Masjed  e Nasir al Mok e poi la cittadella Arge Karim Khan tutti posti citati meritano una visita.

Nel cammino entriamo in una piccola Moschea dove un ragazzo ci invita ad entrare e una volta seduti nel nezzo della preghiera  ,  ci viene offerto  del the, datteri freschi e un box lunch con banana succo e tortina...troppo gentili!

Parlando  con loro scopriamo che sono tutti Afgani , chiacchieriamo sulla dura vita del popolo Afgano , del problema sicurezza ,  e facciamo alcune foto ricordo...una gran bella esperienza.

Questo x m'  vuol dire viaggiare,mi fa  stare bene,  scambi culturali naturali!

Oggi   venerd  e quasi tutti i locali ed il bazaar sono chiusi...peccato!

Andiamo alla stazione dei bus  Caradish e prenotiamo il bus notturno per Kerman  costo 36000 rial.

In serata ceniamo in un tipico ristorante  Iraniano KATHEMAS  il nostro Natale, la cucina  buona e piatti abbondanti .

Riso, kebab di pollo, melanzane , zuppa, pane  ed acqua totale 7 euro.

Mangiamo anche una fetta di panettone !!!

Pieni andiamo a dormire pensando al domani....

 

Giorno 26 Dicembre

Affittiamo una macchina  con autista  al costo di 60 dollari tutto il giorno per la visita dei siti  archeologici  di Persepoli, Pasargade e le tombe rupestri.

Il tempo oggi   bello e caldo, sembra primavera inoltrata...

In una ora arriviamo a Persepoli dove il sito patrimonio unesco costo 200000 rial  incarna la grandezza di uno degli imperi pi  forti del mondo antico,quello dei Acheminidi.

In circa due ore si visitano  le rovine, consiglio  la visita al mattino o in tarda sera...pregevole!

Finita la visita  l'autista ci offre the e biscotti.

Con un'altra oretta di macchina arriviamo a Pasargade dove si trovano le rovine e la tomba di Ciro il Grande, non   molto interessante ...ma il paesaggio circostante con le montagne innevate il cielo azzurro   e spazi immensi molto bello!

La visita   breve.

Nel ritorno ci fermiamo a visitare le tombe rupestri di  Naqsh e Rostam scavate e scolpite nella roccia sono molto belle, soddisfatto!

Ci facciamo lasciare nei pressi del bazaar , il luogo   carino e pieno di gente soprattutto  donne e mi sbizzarrisco a scattare foto alle persone....

Dopo cena rientriamo al mausoleo   meraviglioso tutto illuminato...rimango basito dalla bellezza!

La citt   davvero carina e piena di vita rispetto a ieri "venerdi" giorno di festa e shop chiusi .

In giro anche se inverno   un brulicare di persone indaffarate a fare shopping  nei mille locali di artigianato e nei bazaar, vedo tantissime donne col chador in testa e molte con l'hejab  abito nero lungo.

Dopo cena col solito kebab di pollo e riso bianco prendiamo un taxi 50000 rial per la stazione dei bus .

La giornata    stata  lunga e impegnativa ma siamo stati ripagati dalla visita di  fantastici posti storici e sempre pi  incuneati nella cultura e vita Iraniana .

Ore 22:30 dalla stazione dei bus partiamo per Kerman 8 ore di viaggio quasi tutto senza dormire...

IMG-20160121-WA0012.jpg (240684 byte)    IMG-20160121-WA0011.jpg (137199 byte)    IMG-20160121-WA0009.jpg (222027 byte)    IMG-20160121-WA0015.jpg (407865 byte)    IMG-20160121-WA0006.jpg (191516 byte)

 

Giorno 27 dicembre

Arrivati alle 7 a Kerman con un taxi 100000 rial ci facciamo accompagnare all'hotel Amin vicino al bazaar,molto bettolona!!!

Doccia per riprenderci e subito visitiamo il  Kerman bazaar con splendide volte ,  negozi di  spezie,  oro, vestiti, chador e teli....nella parte interna e poi esternamente  la parte che mi   piaciuta  di pi con la vendita di frutta ,  carne dove i locali soprattutto  donne si dedicano agli acquisti....compro le arance ed assaggio un frutto afgano scattando belle foto.

Insieme a Roberto per  caso capitiamo in una bella scuola religiosa, cerchiamo comunicazione  con gli studenti  ma risulta difficile  per la lingua.

Ci fermiamo in una graziosissima casa da the nel bazaar a  sorseggiare 4 tipi diversi di the...molto buoni ed economi!

Sostiamo   su una panchina  a riposarci dalla dura notte sul  bus nel bel Ganjali Khan Complex .

Nel pomeriggio ci dirigiamo a far visita al museo della Santa Difesa della guerra del 1980-1988 tra Iran ed Iraq dove persero la vita migliaia  di persone....un bravissimo ragazzo ci accompagna nella visita dei mezzi di guerra  e ci fa rivivere come si viveva in trincea!

Sempre triste parlare di guerre!!!

Per ultimo al tramonto entriamo nella  bellissima  moschea di Masjed e Jameh ricoperta di maioliche di un blu splendente  tutta Illuminata...

Osservo la loro preghiera...emozionante!

Tornati in hotel concordiamo  con il manager per l'escursione nel deserto del Kalut pi  visita di Rayen e Mahan al costo di 25 euro cadauno.

Kerman ha la caratteristica  di avere la cultura  dei persiani e dei baluci i cui abiti e tradizioni  sembrano  Pakistani.

 

Giorno 28 dicembre

Finalmente una bella dormita!

Ore 8 con una bellissimo sole e cielo terso inizia la nostra giornata , l'autista   super puntuale e partiamo alla volta di Rayen  piccola cittadina ai piedi del Monte Hezar 4420 mt distante  circa una ora, il paesaggio   aspro, brullo  senza alberi ma con imponenti  montagne innevate a circondare la vallata o altopiano  visto che ci troviamo a 1800 mt, molto scenico!

Arrivati visitiamo la cittadella Arg e Rayen 200000 rial fatta in mattoni e fango, risalente a 1000 anni fa.

Come turisti siamo i soli , la visita   carina ma soprattutto  si pu  vedere il paesaggio esterno con questa altissima catena montuosa 4450mt  molto simile alle alpi...bello!

Nel tornare ci fermiamo a  Mahan cittadina  tranquilla ma non abbiamo tempo per visitarla,acquisto arance frutto del luogo.

Foto al palazzo  dei giardini Bagh e Shahzde realizzato nel 1873, in inverno rimane un po spoglio.

Dopo pranzo partiamo per il deserto del kalut attraversando montagne con  neve fresca, dopo circa 2 ore in lontananza ammiriamo il deserto con i primi Kalut .

Giunti nel deserto ci inoltriamo a piedi in questo splendido scenario dove il vento ha modellato e creato dei   pinnacoli-torrioni di sabbia...e con il calare del sole  i colori diventano dolci e il padrone del luogo il silenzio e quel senso di libert ...sarei rimasto seduto per ore ammirando e meditando in un posto cos  magnifico!

Adoro i deserti luoghi unici....panorami mozzafiato ....emozioni !

Passato il tramonto  alloggiamo nel paese di Shafi Abad in una casa familiare molto gentile.

Tolte le scarpe viene subito offerto the, frutta, biscotti tipici con datteri....sdraiati sul tappeto ci rilassiamo , scherziamo,  parliamo con Mustafa e noi del gruppo facciamo sempre pi  conoscenza fra di noi!

Dopo una buona cena  con cucina familiare a base di  riso,  pollo yogurt , pane  usciamo a fare due passi con una luna luccicante e il cielo ben  stellato...noto una stella cadente sar  mai?!

La sala da pranzo si trasforma  in camera da letto comune con materassino steso sui tappeti, un lenzuolino e coperta provo a dormire calandomi nei miei bei pensieri e ricordi ....domani sveglia alle 5!

Gran bella giornata !

 

Giorno 29 dicembre

Svegliati alle 5 partiamo subito per i Kalut ,   ancora notte e il freddo   pungente ma dopo poco  inizia ad albeggiare  e prendono forma i torrioni  , il cielo , con una sfumatura di colori sempre pi  crescente  che va dal blu celeste al rosso arancione ti lascia basito....e noi sempre pi  intirizziti dal freddo ammiriamo!

Un senso di libert  infinito,pura gioia che mi pervade.

Mi emoziono per quello  che vedo e per quello  che vivo.

Ne vale  davvero la pena molto bello,il deserto sempre diverso in ogni luogo del mondo con formazioni  e colori stupendi!

La guida non parla molto del Kalut ma per esperienza  posso consigliare di passare almeno un giorno in questo magnifico posto....

Colazione e ripartenza per Kerman distante 120km  attraversando  prima paesaggio arido e successivamente la Payeh Mountains ricoperta di neve "glassata" paesaggio da cartolina!!!

Tornati in hotel ritiriamo gli zaini e andiamo in stazione .

Purtoppo i bus per Meymand non ci sono in quanto pieni cos grazie ad un gentilissimo signore affittiamo  un taxi per 30 euro .

Meymand   un paese troglodita di 90 abitanti dove vivono ancora  nelle caverne scavate nella roccia, molto simile alla Cappadocia  turca.

In 2 ore arriviamo  a Meymand, il posto ricorda vagamente la Cappadocia, sembra pi  il paese dei Flinstone...il panorama  intorno    affascinante , bello scattiamo alcune foto girando il "villaggio" .

Visitiamo una guest House  nella caverna ,troviamo tappeti a terra pareti nere  umide e fredde cos  decidiamo  di proseguire per Yazd.

I bus non ci sono pi non ci resta che il taxi!!!

Imprevisti  del viaggio....ahhhh

In 3 ore siamo a Yazd scesi vicino alla moschea Masjed e Jameh alloggiamo allOrient Hotel con la tradizionale  sistemazione  intorno al cortile...buono!

Ottima posizione.

Mangiamo  al Silk Road stufato di cammello,molto simile al nostro brasato con carne tenera e buona , zuppa di lenticchie e riso...

Camminata nei pressi della moschea e bazaar ma in giro non c'  nessuno,compriamo dei buoni dolcetti!

Nanna...

 

IMG-20160121-WA0028.jpg (120349 byte)    IMG-20160121-WA0019.jpg (58636 byte)    IMG-20160121-WA0022.jpg (153148 byte)    IMG-20160121-WA0031.jpg (92379 byte)   

 

Giorno 30 dicembre

Sveglia tranquilla in una camera modello sauna...colazione ed iniziamo la nostra visita di Yazd.

Visitiamo con un percorso  a piedi di circa 4 km dentro la  citt  vecchia partendo da Masjed e Jameh magnifica moschea con  la porta d'ingresso   rivestita con piastrelle  di maiolica e due minareti ai lati  alti 48 mt.

Quasi tutti gli edifici della citt  vecchia sono costruiti  in adobe, bello perdersi tra questi vicoli stretti ,archi passaggi coperti, cortili e porte decorate...splendidamente  inserito nella vita quotidiana  degli abitanti indaffarati ai loro acquisti o lavori vari.

Con pazienza otterrete splendide foto!

In 3 ore  tranquilliamente completiamo tutto il percorso e nel pomeriggio ci spostiamo a vedere il tempio del fuoco Zoastriano Atashkadeh dove il fuoco sacro arde ininterrottamente  dal 470 d.c

Nei pressi del Amir Chakhmaq   facciata a tre piani tutta illuminata con bella architettura, entriamo a vedere in una palestra l'allenamento  tipico dell 'Iran si chiama Zurkhaneh (casa della forza)   stato molto carino....

Girovagando entriamo in una moschea dove  circa 10 persone  studiano il Corano , gentilmente  ci fanno sedere vicino e ascoltiamo le loro preghiere e scambiamo due chiacchiere e qualche foto...gran bella esperienza!

A cena proviamo due piatti locali il Dizi di Yazd e il Fasenjun ma non restiamo molto soddisfatti.

IMG-20160121-WA0030.jpg (191104 byte)    IMG-20160121-WA0026.jpg (251095 byte)    IMG-20160121-WA0033.jpg (118169 byte)

 

Giorno 31 dicembre

Affittiamo un taxi  25 euro per visitare in giornata i paesi di Meybord-Karanaq-Chak Chak .partenza ore 9 per Karanak a circa 72 km di distanza , il paesaggio che attraversiamo una landa desertico e il sole caldo...

Il villaggio  di Karanaq    in adobe , praticamente disabitato e si sta sgretolando, ma   situato in un bel panorama merita una visita.

Per quanto riguarda  Chak Chak e Meybond questi siti non dicono molto,avendo poco tempo si possono tranquillamente  saltare.

Invece mi piaciuto il sito funebre Zoastriano di Dakhmeh ye Zartoshtiyun con le torri del silenzio,utilizzate fino agli anni 60.

E qui che in cima seduti con i piedi nel vuoto, mi fermo  a parlare con un ragazzo Afgano  che vive in Iran..gran bella chiacchierata e scopro il Daesh!

Sono molto felice di questo...

Tornati a Yazd mi dedico allo shopping in attesa di vederci con lo studente Iraniano conosciuto ieri.

Passiamo  una piacevole serata mangiando insieme , parla un ottimo inglese  e ci racconta aneddoti e spaccati di vita Iraniana difficile  per un Afgano.

Lui   afgano  di 19 anni ma nato qui ,i genitori si sono trasferiti 30 anni fa dall'Afghanistan quando perversava la guerra con la Russia, ma ci spiega che gli iraniani  sono molto razzisti con loro, non ha amici, non ha cittadinanza,  non pu  avere la patente, gli negato molto...vita dura !

Il suo sogno   raggiungere il padre in Australia!good luck

Capitolo donne qui   vietato darsi la mano, toccare una donna, le scuole sono divise ,  parlare nei locali tra ambi i sessi mostrarsi in pubblico ...solo se si   sposati o fidanzati   possibile  ma con il benestare dei genitori!

Incredibile...leggere un libro   una cosa, ma vedere e sentire da chi lo vive di persona toccante....molto triste!

Difficile conoscere  persone dell'altro sesso.

Accompagnamo Matthew verso casa e ci fermiamo in un negozio che vende  succhi di melograno fresco...molto buono da provare!

Salutiamo lui e il 2015!!!

 

Giorno 1 gennaio

Taxi per la stazione dei bus  posizionata fuori dalla citt 100000 rial, oggi destinazione Esfahan dicono la citt pi  bella dell'Iran per i suoi viali alberati, i giardini e l'architettura  araba islamica .

Oggi non mi sento benissimo, il tempo   brutto e piove... il venerd    giorno di festa , quasi tutto   chiuso noi visitiamo la Masjed e Jameh e la grandissima e superba  piazza Naqsh e Jahan Square.

I commenti  li lascio a domani....

 

Giorno 2 gennaio

Ore 9  con una bella giornata di sole iniziamo a piedi il nostro tour per la citt!

Entriamo nella  grande piazza Naqsh e Jahan  e successivamente  nella moschea Masjed-e Shan , molto bella con disegni su  maiolica graziosi, un museo di architettura  islamica con  tantissime arcate.

La cupola fantastica con piastrelle di maiolica che cambiano colore nel corso della giornata.

  la moschea pi  imponente  dell'Iran.

Attraversiamo  tutto il  grande Bazaar-

 e Bozorg uno dei pi antichi e affascinanti in Iran alcune parti anche di 1000 anni, un labirinto di vicoli con corridoi ad arco ed aperture alla sommit  per la luce e la fuoriuscita del caldo .

Cosi dopo vari stop nei negozi giungiamo alla moschea Masjed e Jameh.

Un altra magnifica moschea dove la variet  dei disegni   stupefacente!

Nel tardo pomeriggio  dopo aver assaggiato il tipico torrone  con pistacchio chiamato Gaz, a piedi arriviamo all'imbrunire al ponte di Pol-e Khaju costruito nel 1650 con due terrazze porticate e lungo 110 mt.

Per cena andiamo nel ricco quartiere Armeno dove notiamo subito della diversa atmosfera  rispetto ai luoghi di Esfahan, uomimi e donne insieme nei locali ragazzi e ragazze in piazza,donne truccate e vestite  simile alle nostre citt...una forma pi tollerante e libera!

Bella la chiesa di Kelisa-e Vank vista da fuori in quanto chiusa...merita una visita il quartiere Armeno!

IMG-20160121-WA0021.jpg (196302 byte)

 

Giorno 3 gennaio

Alla stazione Kaveh acquistiamo il biglietto per Kashan 3 euro .

In circa 3 ore arriviamo a Kashan , taxi 50000 rial per l'hotel Ehsan Historical  Guest House vicino al Bazaar.

In giornata visitiamo la moschea e madrasa Masjed-e Agha Bozorg, tutto il bazaar a mio parere non molto bello  rispetto  ad altri, la lonely come sempre esagera !!! e la casa tradizionale  Khan-e Abbasian di incredibile  bellezza che merita la visita 150000 rial il ticket.

una piacevole cittadina, non troppo dipersiva e si pu  percorrerla a piedi tranquillamente, per chi vuole si possono organizzare escursioni ad Abyaneh e Natanz in giornata.

Difficile la scelta dei pochissimi ristoranti.

 

IMG-20160121-WA0042.jpg (163583 byte)

 

 

Giorno 4 gennaio

Ultimo giorno di Iran!

Ore 9 bus per Teheran, in stazione prendiamo un taxi 200000 rial con destinazione Hotel Golastan dove lasciamo i nostri zaini.

Andiamo subito al museo nazionale  dei gioielli 150000 rial il ticket.

Non sono un amante dei musei ma interessante, gran bei gioielli.

Uscito mi dedico alla visita del bazaar per lo shopping delle  mie amate spezie, frutta secca ,the...un paradiso!

Teheran    una citt dinamica frenetica, rumorosa,  vivace, molto viva  , pazzesca, traffico e smog allucinante con macchine e motorini che sbucano da ogni lato e contromano il codice della strada un optional....il pedone non conta nulla  e bisogna avere mille occhi.

Non posso  pi lamentarmi del traffico di Milano !!!

Con la metro adiamo a cenare nella parte nord al Khoone Restaurant vicino al parco Ab-o-atash dove c'  il Tabiyat bridge con  cucina casalinga tipica Iraniana...molto buono un pochino pi  caro del solito.

La parte nord risulta essere un quartiere ricco molto diverso dal resto della citt,  le persone sono molto libere sia nel vestire che nel trucco ed il velo   portato per met  lasciando scoperta gran parte del capo...

Attraversiamo il bel parco adiacente e il ponte ,  e con un taxi  15 euro per l'aeroporto  Imam Khomeini  concludiamo la nostra entusiasmante  avventura  Iraniana!!!!

 

IMG-20160121-WA0007.jpg (245918 byte)    IMG-20160121-WA0041.jpg (194718 byte)

 

 

Conclusioni

Finalmente  dopo tanto sentito dire posso trarre  le mie conclusioni ed impressioni su questo bellissimo viaggio.

Per prima cosa  l'Iran   il paese  con molte contraddizioni, un luogo che non ti aspetti dovuto alle informazioni mediatiche sbagliate ....venite in Iran!!! Bisogna  solo aprirsi a loro  , sorridere aprire gli occhi, regalate sorrisi , voglia di conoscere la  cultura e il resto viene da solo , non essere timidi e sapranno ricambiarti amichevolmente  con sguardi  e strette di mano , chiacchere  the e cibo offerto , sono molto curiosi ,  buona gente dove lo straniero   trattato divinamente,  uno dei paesi pi  ospitali visitati in vita mia.

un paese sicuro non avete paura di partire, mai avuto una sensazione di insicurezza. ..anzi!

Sei un ospite speciale!

1        NON ASCOLTATE i pensieri e le critiche della gente comune ,le strumentalizzazioni  dei telegiornali.. ..fanno credere quello che vogliono,niente di pi  sbagliato!

Vedrete con i propri occhi e lo sentirete sulla pelle la bellezza di questa gente della REPUBBLICA ISLAMICA....  MAGNIFICA.

Io consiglio il viaggio   indipendente , per entrare a stretto contatto  con loro, risulta molto semplice effettuato  con bus  pubblici di alta qualit ed economici, alcune visite e tratte le abbiamo fatte in taxi sempre contrattando .

Un viaggio molto easy...ma intenso!

Il viaggio mi ha soddisfatto  molto, citt molto belle con super Mausolei e Moschee dipinte di maioliche , ottimi bazaar, stupendi panorami e molta cultura e siti archeologici  storici.

Avrei voluto solo pi  giorni per visitare altri luoghi e paesi pi  rurali ...il Nord est  e il deserto del Kavir-lut , la zona del Mar Caspio!

Spero un giorno di ritornare!

Unico capitolo negativo  purtroppo  non parlano inglese e l'imita il contatto e la conoscenza pi  approfondita della cultura,  del modo di vivere , pensare...

La mia impressione  che  le donne  e soprattutto i  giovani hanno voglia di trasgredire per sfidare il regime dai vestiti  al trucco, aprirsi al mondo , conoscere ed uscire dalla sciaria!

Volevo fare un ringraziamento hai miei tre amici di questa splendida avventura e  il tempo trascorso insieme!

Un grande abbraccio a Luca-Roberto-Rudi

 

IMG-20160121-WA0020.jpg (211267 byte)    IMG-20160121-WA0032.jpg (175474 byte)    IMG-20160121-WA0018.jpg (144458 byte)    IMG-20160121-WA0016.jpg (231337 byte)    IMG-20160121-WA0010.jpg (182728 byte)    IMG-20160121-WA0024.jpg (189091 byte)

 

Luoghi preferiti... 

Il deserto Dash-e Lut con i suoi Kaluts all'alba e tramonto

Citt Shiraz e persepoli

Citta vecchia Yazd coi suoi vicoli in adobe

Il bazaar di Kerman e Esfahan

Mausoleo di Shiraz ...mai visto nulla di simile , dentro   magnifica!

Moschea di Masjed-e Shan di Esfahan con la sua immensa piazza esterna

 

 

..il viaggio ci rende felici,non la destinazione....

 

 

 

 

 

 

Paolo Barone

paolobarones73@gmail.com

 

 

 

 

 

Home ] AFRICA ] AMERICA ] ASIA ] EUROPA ] OCEANIA ]