THE BEST OF LONDON IN FEW DAYS

UK

Diario di viaggio 2010

di Ivo e Saby

   

Una mattina mi son svegliata e con un certo anticipo , ho trovato il mio regalo di compleanno sotto la tazzona del caffè.

Essenziali righe d’amore unite ad Uno  anzi  Due biglietti : LONDON for 4 days!!

 

Ivo ha cercato i voli from Milan to Stansted e  hotel nella mitica King's cross !

Se il buon giorno si vede dal mattino…… questo è ottimo direi !

 

Londra è una  megalopoli che amo da sempre e che conosco abbastanza bene, perchè rappresenta la Libertà del“ mio primo vero viaggio” fatto diversi anni fa.

Dovevo ancora compiere  14 anni quando i miei genitori (stupendi in ogni cosa) mi mandarono al college per le vacanze studio.

Mi feci  3 estati a fila  e Londra  divenne il MITO.

 


Questa città  è uno scenario incredibile e…………. a distanza di anni  conserva sempre il suo fascino di città immensa e sconfinata, dove ogni vizio, sfizio e curiosità possono esser soddisfatti ……………

Qui la gente corre , si affolla , sfila, è colorata, frenetica, multietnica,  alternativa . L’architettura è superba e imponente e si confonde con i rumori delle  vie e i colori dei mercati  “strani”   e le trafficate bancarelle.

 

 

09 OCTOBER  … FIRST DAY IN THE CITY


Lasciamo Orio BG e arriviamo nella city a metà mattinata. Al contrario delle nostre  aspettative il tempo è molto buono, a Stansted c’è un sole splendente, fa caldo . A mezzogiorno  prendiamo il bus per Victoria St. e conosciamo due ragazzi toscani che ci faranno compagnia per l’intero  week end londinese.

Da Victoria prendiamo a caso uno dei tanti taxi neri e ci spostiamo verso la London St. Pancras la stazione ferroviaria nella parte nord della città , vicinissima alla nota British Library proprio davanti  alla King's Cross.

Appena arrivati nella Square mi si apre un link in testa……questa scena l’ho già vissuta ..…questo posto  lo conosco...... lo riconosco benissimo …..

La stazione è sempre il principale punto di partenza da Londra per i  treni diretti in ogni dove : Cambridge, Norwich ,Brent ,Greenwick , Oxford.

E' strapiena di gente, di luci, di passi e di odori . Qui da ragazzina , dopo il college venivo con le amiche per andare a Camden Town, la mia zona preferita!!

Si unisce a noi anche Paola , una cara amica ( hello  fringuellina )  che  lavora qui e insieme passiamo le prime ore londinesi mangiando fish & chips accompagnati da pinte di birra.

 

10  OCTOBER  …. WALKING AROUND…..

Dopo la proverbiale english breakfast (fagioli, succhi, purè, tomato, salsicce, bread , eggs & coffee) facciamo immediatamente il daily pass e ci portiamo verso  Trafalgar Square. Ivo è la prima volta  che vive questa città e gli piace da subito, anche per le tantissime cose da vedere . E’ ottima  l’organizzazione dei servizi e per l’efficienza dei mezzi .

 


Con la piazza di Nelson alle spalle camminiamo verso il Big Ben, ammirando dapprima le bellezze del  Churchill Museum & Cabinet War Rooms , passiamo poi al mitico “ number 10 di Downing Street “ residenza del Primo Ministro inglese ,  forse il più noto indirizzo di Londra,  una delle dimore più conosciuta grazie  a lady Tatcher e mr Blair.

Sul vialone che porta a Westminster , ci sono centinaia di cabine telefoniche rosse e nere.


   

Stiamo costeggiando la riva settentrionale del Tamigi per  arrivare nell’imponente piazza .  Come è ben scritto sulla guida, il nome deriva dall'unione delle parole  "west" (occidente) e "minster" (monastero) . All’interno si trovano i palazzi storici e le maggiori attrazioni tra cui  il Palazzo sede del Parlamento, la reggia di Buckingham Palace (residenza ufficiale della regina ), l' Abbazia luogo di incoronazione e sepoltura dei sovrani , la Cattedrale che ospita ancora le funzioni religiose. Tutto questo complesso è stato designato dall' UNESCO come sito "Patrimonio dell'umanità".

Sulla sinistra, dall'altra parte della sponda del Tamigi, si offre ai nostri occhi l’imponente   Big Ben in tutto il suo fascinoso stile neo-gotico e il suo gigantesco orologio che domina dall’alto  l’intera città.

Foto di rito con il Big Ben in mano. 

L’intenzione di questa mattina è farci un “volo” sul grande occhio londinese.

La sagoma  futuristica del London Eye svetta all'orizzonte da lontano… ma quando si arriva  sotto, da vicino, la ruota di metallo fa veramente impressione, è enorme !


Questa è la ruota d'osservazione più alta del mondo ed offre nuovi punti di vista su tutta  Londra in soli 30 minuti! Alla discesa approfittiamo dell’ora di pranzo per mangiare  all’interno dell’edificio che ospita , oltre  ai tanti ristoranti etnici , anche una mostra delle opere del geniale Dali.

Nel pomeriggio visita al Westminster Abbey, dove riposano i membri della famiglia reale. È uno splendido edificio, pieno di cupi monumenti e  di tombe, con un'acustica perfetta, che fa rabbrividire quando i coristi iniziano a cantare.

L’immagine mai dimenticata  da milioni di persone in tutto il mondo , è che proprio all’interno di questa  chiesa ci fu il funerale di Lady Diana, nel 1997.

 

Cena, serata e nottata a Camden town con Paola e i suoi amici architetti.

Questa zona è la mia preferita da sempre di sera, di notte e di giorno. E' sempre  piena di artisti , musicisti, studenti di ogni nazionalità, religione,  lingua  e colore. E’ vivace, frizzante e conosciuta anche  per i suoi mercatini frequentati dai londinesi e sempre affollati nei week end.


 

 


Questi  markets  sono apprezzati  perchè si trova di tutto  a prezzi accessibili :  cornici, litografie, abbigliamento, libri, antiquariato,  giocattoli, vecchie foto in bianco e nero, statue, bigiotteria, ombrelli  e tanti altri oggetti bizzarri.

 

11  OCTOBER           CULTURAL BRIDGES DAY …

Giornata dedicata ai ponti londinesi….. partiamo dal primo.

London Bridge è un ponte sul Tamigi a Londra, che collega la City of London al borgo  di Southwark. . Il London bridge originale, chiamato  Old London Bridge, era  l'unico nella city fino alla metà del 1700 .

Passiamo al  City Hall tutta rivestita di vetro e progettata da Norman Foster per arrivare al Tower Bridge che viene spesso erroneamente chiamato "London Bridge"  famoso per la canzoncina , che il  verso principale è quello di :

London Bridge is falling down, Falling down, Falling down. 


London Bridge is falling down, My fair lady

 

Il complesso del  Tower Bridge è , a mio parere il più bello della città.

Le sue torri, con le guglie e le passerelle di collegamento, sostengono il meccanismo che solleva il ponte durante il passaggio di grandi navi o in occasioni speciali, il ponte ospita anche The Tower Bridge Exhibition.

Più avanti c’è un'attrazione sicuramente da non perdere , la  Tower of London  nella quale  si trovano i gioielli della Corona, dove i visitatori posso stare, insieme ai corvi neri,  sul luogo dove sono state giustiziate ben tre regine, incluso le due mogli di Enrico VIII . La torre – castello è circondata da muri e da un fossato, ora prosciugato.

D'estate sul prato verde si eseguono  dei concerti all'aperto mentre al nostro passaggio  ci sono le prove degli arcieri in costume d’epoca.


 

Passiamo dal  Millennium Bridge il  ponte sospeso pedonale  in acciaio. E’ in fase di ristrutturazione , molti uomini di colore stanno dipingendo a mano gli stemmi  appesi . Lo attraversiamo per arrivare al teatro Globe e raggiungere la Tate Modern  , galleria d'arte imperdibile.


 

Si trova proprio davanti la cattedrale di St. Paul, ed è stata recuperata da una ex centrale elettrica. Finalmente iniziamo la parte della giornata  dedicata all'arte moderna . Qui  tutte le esposizioni sono completamente gratuite…(niente a che vedere con il sostegno alla cultura in Italia !) 


   

La collezione permanente propone su 7 livelli, nomi come Andy Warholm , Matisse, Frida Kahlo,  le visite guidate sono in multilingua e completamente free, il cubismo e il futurismo si mischiano all'arte povera e a quella contemporanea. Alla fine riusciamo anche a  bere qualcosa nell'elegante bar restaurant dell'ultimo piano, dal quale ammiriamo la sagoma dei ponti, di St. Paul  e del river.

 

    


 

Uscendo dalla Tate arriviamo alla City of London School , giusto sotto la cattedrale di St. Paul. Questo è il secondo edificio religioso per dimensione dopo il Vaticano e pranziamo sotto la sua cupola.

All’interno è vietato fare foto ma abbiamo al fortuna di assistere, sorpresi , alle prove di un concerto di archi, in un atmosfera di semibuio

Intorno solo candele e voci accese…. emozionante.


 

Con un bus ci spostiamo a Buckingham Palace la residenza ufficiale del sovrano , simply called “ The Palace” . Oltre ad essere la residenza ufficiale di Queen  Elisabetta , Buckingham è il luogo in cui si svolgono le cerimonie pubbliche  ed è  un’ attrazione turistica per il  cambio della Guardia, che si svolge a giorni alterni, alle 11:30 di mattina 


 

Verso sera andiamo alla National Gallery, fiore all'occhiello di Trafalgar Square. Ammiriamo  le opere di grandi Maestri quali Van Gogh, Leonardo da Vinci, Cézanne, Caravaggio, Canaletto e Tiziano . 

 Anche qui  l'ingresso alla permanente è gratuito, si paga solo il biglietto per accedere ad alcune esposizioni speciali.

   


 

 

12 OCTOBER  … LOVELY DAY …

Presto, dopo colazione ci incamminiamo alla vicina  British Library che è la biblioteca nazionale   che si trova vicino al ns. hotel , proprio dietro St. Pancras.

 

La biblioteca  fondata nel 1700 è molto antica, raccoglie  più di 15 milioni di documenti,


la maggior parte dei libri della Biblioteca del Congresso .

Sono conservati dei veri e propri tesori che risalgono al 300 a.C. ,  antiche  monografie buddiste , una copia della Magna carta, la Bibbia di Gutemberg, gli schizzi originali di Leonardo e Shakespeare, gli appunti di J. Lennon che scriveva ritornelli delle sue canzoni sui biglietti di  auguri di compleanno al figlio, e ancora .........

Collezioni antiche di francobolli, quadri, la registrazione del discorso di Nelson Mandela al processo, la bozza del primo libro Alice nel paese delle meraviglie. Tutto esposto e conservato ottimamente!


 

Questo è un luogo della memoria,  della conoscenza, della curiosità stimolante, profondo ed interessante, aperto e  gratuito per tutti , tutti i giorni.

Già inebriati da tanta cultura usciamo e ci dirigiamo , a piedi, al  British Museum,  museo di storia  fondato da  un medico e scienziato con la mania di collezionare tutto della cultura  dell'umanità dalle origini ad oggi!


 

Il British Museum offre una panoramica completa della storia dell'arte; le antichità conservate  sono la Stele di Rosetta , le sculture del Partenone, le Mummie Egizie originali, , i Bronzi di Benin e la nuova Wellcome Gallery e King's Library.


 

Nel pomeriggio ci spostiamo verso  Oxford Circus la zona più famosa per le sue   strade commerciali ,  i negozi , pub e le vetrine sfavillanti. Dopo tanta arte e cultura ci diamo al frivolo shopping.  Passiamo (impossibile non farlo) alla mia amata Carnaby Street , una via di Londra a me molto cara. Si trova nel quartiere di Soho, vicino a Oxford Street, dietro Regent Street.

 

     

Qui passavo i pomeriggi con i ragazzi del college zizzagando tra vetrine,  pizza hut e  i molti negozi di musica indipendente.

Tante novita e scoperte musicali, i primi approcci agli U2,  le traduzioni dei loro testi con vocabolario alla mano……. i ricordi riaffiorano anche se son passati tanti anni.

Ma oggi Carnaby Street è  molto meno originale di allora.

Forse rivederla con gli occhi di un’adulta perde di fascino.

I negozietti  sono stati sostituiti da grandi catene a marchio e ristoranti, le vetrine  sembrano tutte uguali, solo grandi nomi, marche e sponsor, penso che potremmo essere in una via commerciale qualunque, in  chissà quale altra città nel mondo.

                       

Rimane  solo il pub  The Shakespeare's Head, in vero stile  british “originale”

Il meglio di questa zona rimangono ancora il Fortnum e Mason, il Liberty, il Selfridges e i tanti negozietti vintage.

Ci spostiamo verso Piccadilly , abbiamo appuntamento con Paola davanti agli Horses of Helios, per vivere la nostra serata e sopratutto la  night::)

Piccadilly Circus è la celebre piazza , nonché altra importante strada dello shopping.

La sua felice posizione, nel cuore del West End la rende  un affollato punto di ritrovo.

E' Famosa per i display luminosi e le insegne al neon  ma sopratutto per la celebre statua di Angel of Charity (noto ai più come l'angioletto, l' Eros).

 

Tutto intorno, in un traffico incasinato, siamo circondati da imponenti  edifici storici quali il London Pavilion , il  Trocadero e alberghi lussuosi.

                            

Per mezzanotte ci spostiamo a Trafalgar Square , per ammirare le fontane illuminate e la statua di   Nelson by night.

Come ultima notte non è male, visto che all’indomani, prestissimo, un altro aereo che ci riporterà a casa.

Proprio in  questi giorni a London si è celebrato il matrimonio dell’anno tra Will e Kate.

                                     

L’anno prossimo invece ci saranno le terze olimpiade del 2012……..

Insomma ogni volta, c’è un buon motivo per visitarla perché in

LONDON : LOVE IS ALWAYS IN THE AIR 

Have a good trip…Kisses from Saby e IVO


if u need  some info, ask us to  :   sabivo2002@libero.it

 

 

 

 

Home ] AFRICA ] AMERICA ] ASIA ] EUROPA ] OCEANIA ]