CORSICA

Diario di viaggio estate 2005

di Carla Minelli

 

 

- Partecipanti al viaggio: Alessandro, Carla e la mitica Seat Arosa

 

- Periodo 08-08-2005 / 26-08-2005

 

- Costo totale del viaggio: 1.714,00 € (quota x 2, compresa iscrizione, annullamento, hotel e residence) + 150,48 € (traghetto x 2 con assicurazione annullamento); quota a persona 932,24 € per 19 giorni.

 

 

8 Agosto 2005

 

Finalmente, dopo un anno di lavoro, sono arrivate le tanto sognate VACANZE…

Meta del nostro viaggio: CORSICA.

Non sappiamo quasi niente di quest’isola che dicono essere avventurosa e selvaggia. Non avevamo ben chiaro il dove voler andare, così sfogliando un po’ di cataloghi è arrivata lei…

h. 5.00 sveglia per raggiungere in tempo il porto di Genova. Il traghetto (MOBYLINES) partirà alle h. 9.00. La nave (perché così si può chiamare), è molto bella. Saliamo al ponte 8.

C’è tanta gente e per far colazione ci mettiamo in coda per un quarto d’ora. (3 brioches, 1 succo e 1 cappuccino, 7,5 €!! L’anno prossimo ci organizzeremo meglio…e soprattutto al ritorno non ci faremo fregare!!

La tratta Genova - Bastia dura solo 4 h e passiamo il viaggio sul ponte navi. Purtroppo non ci aspettavamo un vento così freddo e passiamo il tempo arrotolati in un angolo della nave. Arriviamo puntualissimi a Bastia (h. 13.45).

 

 (Porto di Bastia)

 

Tempo di sbarcare tutte le auto e usciamo dal porto. Direzione: Borgo - Lucciana dove ci aspetta la prima meta del nostro viaggio.

La direzione da seguire è Porto Vecchio – Ajaccio. Oltrepassiamo tutta la città e la periferia di Bastia. Il traffico è lento e s’ingorga alle 1.000 rotonde. L’hotel dista 20 km dalla città, così alle 15.00 raggiungiamo la nostra camera. (per arrivare all’hotel, seguire sempre la strada per l’aeroporto “Porretta” fino ad una rotonda dove a destra c’è un centro commerciale e con indicazione Lido della Manara sulla sinistra).

Il pacchetto lo abbiamo prenotato con Eurotravel. L’albergo è a 3 stelle, pulito, camere spaziose e servizievoli (aria condizionata, asciugacapelli, balcone, telefono, televisione). C’è anche la piscina e un tuffo al volo, non ce lo toglie nessuno!!!

Per la cena decidiamo di mangiare al ristorante dell’hotel. Non è eccessivamente caro, ma nemmeno troppo economico,

Presto a nanna perché domani abbiamo intenzione di iniziare a scoprire l’isola…

 

Hotel Club Restaurant LA MADRAGUE*** Route de Pineto – 20290 Lucciana +33 (0) 495.30.02.50

e-mail: la.madrague@wanadoo.fr

web site: www.hotel-lamadrague.com 

 

 

9 Agosto 2005

 

La meta della nostra gita odierna è il famoso “dito” della Corsica. Il paese più rinomato dicono essere Macinaggio. Ci dirigiamo a Bastia in direzione Cap Corse. Appena lasciata la città, ci imbattiamo in un’unica strada che si fa sempre più trafficata verso le entrate dei paesini. Il paesaggio che ci viene incontro è ricco di scogliere a ridosso sul mare.

 (paesaggio)

 

Le montagne ci accompagneranno per tutta la strada in macchina. Sullo sfondo, sempre in bella visione le isole Capraria ed Elba.

I paesini che intrecciamo sono molto piccoli e pieni di turisti. Dopo una lunga salita, si apre davanti a noi il paese di Macinaggio. In lontananza si vede il piccolo isolotto di Finacchiarola con una piccola torretta al centro.

 

 (Isola Finacchiarola)

 

Il paese è troppo piccolo e pieno di gente. Decidiamo di proseguire oltre promettendoci di fermarci alla prima spiaggetta. Seguiamo la statale D80 e dopo circa 1 h, all’altezza di Botticella, svoltiamo a destra. Direzione: Tollare.

La strada è piccolissima, piena di tornanti e a ridosso sul mare. (altamente sconsigliata a chi soffre d’auto). Il panorama che si è aperto d’innanzi ai nostri occhi ci lascia senza fiato. Siamo sul capo più estremo della Corsica, in fondo a noi, l’isola de la Giraglia e in lontananza uno scorcio d’Italia. La spiaggia è di sassi, il mare è cristallino e azzurro. 

 (Isola de la Giraglia)

Ci fermiamo qui per mezza giornata, dopodiché riprendiamo la nostra “voiture” e scendiamo sul versante opposto. La strada si presenta ostile, stretta e piena di tornanti. Alla mia destra ci accompagnano una marea di burroni…

Ci mettiamo quasi 2 h per arrivare a Bastia. Ancora una mezz’oretta di strada e finalmente… TERRA FERMA!!!

   

10 Agosto 2005

 

In questi primi giorni abbiamo deciso di dedicarci alla parte nord dell’isola. La destinazione di oggi è: Ile Rousse. Da Lucciana proseguiamo sulla N193 direzione Porto Vecchio. Alla rotonda con indicazione “Calvì”, svoltiamo a destra e ci ritroviamo a percorrere l’entroterra.

Fortunatamente le strade sono più rettilinee e più larghe!! Percorriamo tutta la N197 fino a ritrovarci di fronte un panorama bellissimo.

Siamo a picco sul mare e che mare… le tonalità vanno dal blu più profondo al trasparente. Proseguiamo per raggiungere la nostra meta.

Un altro problema delle strade in Corsica, è che essendo uniche, all’entrata dei paesini si crea un lunga coda. Ci si può passare anche 1 h fermi!!

Capiamo subito che non è gran cosa stare fermi in macchina e alla prima via, giriamo a destra. La vietta dà proprio su una grande spiaggia dalle acque cristalline. Su ogni spiaggia della Corsica, si trovano bar e ristoranti non eccessivamente cari. Ma per oggi, ci siamo arrangiati da soli.

Il tempo inizia ad annuvolarsi e qualche goccia di pioggia inizia a cadere. Riprendiamo le nostre cose e proseguiamo verso Calvì. Faremo un giro per il paese anche se… sotto la pioggia!!

Arriviamo in centro velocemente, il traffico si concentra sulla corsia di ritorno. Trovare parcheggio ci è un po’ difficile anche se la mia macchinina è decisamente PICCOLA!! Lasciamo la super-car in cima ad una salita e scendiamo verso la stazione.

 

 (tipico treno se non unico)

 

Ci ritroviamo di lì a pochi passi in centro paese. Ci sono viottoli strettissimi e pieni di negozietti. La gente è come sempre tanta!

Ci gustiamo una crêpes alla Nutella (€ 2,5) e passeggiamo fino al porto alla ricerca di un bagno, ma niente da fare. Calvì sembra esserne sprovvista. L’unica soluzione è entrare in uno dei 1.000 bar nella piazzetta del porto ma solo a vederli, meglio tenersi per dopo i bisognini fisiologici. Lasciamo la città poiché per tornare a casa ci vogliono 2 h.

ripassiamo da Ile Rousse e riusciamo ad intravedere dalla strada un grande masso, di colore rossastro, in mezzo al mare.

 

 (Ile Rousse)

 

Sembra un po’ di essere in Sardegna. Anche lì cè un paese che si chiama Isola Rossa e deve il suo nome ad una roccia rossastra in mezzo al mare. La journée c’est terminée.

 

 

 

11 Agosto 2005

 

Oggi sarà una giornata dedicata al riposo. Il tempo è brutto, tutta notte ha fatto il temporale e adesso continua a piovigginare… speriamo in domani!!

 

 

 

12 Agosto 2005

 

Il tempo non è ancora dei più belli, così decidiamo di non allontanarci tanto. Destinazione: Prunete – Cervione. Percorriamo la N193 e la lasciamo per riprendere la N198 sempre in direzione Porto Vecchio.

Svoltiamo ad una delle tante indicazioni “A’ la mer” e parcheggiamo la macchina in fronte alla spiaggia. Da lì possiamo controllarla tutte le volte necessarie.

 

La spiaggia è lunghissima, la sabbia color avorio e fortuna per noi, non c’è tanta gente! Il mare pur essendo “aperto” è pulito e lascia intravedere il suo fondale.

 

 (spiaggia e cielo nero)

 

Andiamo a mangiare in un baretto alla buona. Hanno un menù con varie scelte. Optiamo per 2 omlette e dei nuggets di pollo per un totale di 26 € compreso il bere. Tutto ok… perlomeno qualcosa di caldo nello stomaco!

Torniamo alle nostre brande, c’è un vento fortissimo. Passiamo il pomeriggio sonnecchiando. Rientro il hotel e cena in una pizzeria poco distante. (2 pizze (moooolto buone) + gelato + bere = € 26).

   

13 Agosto 2005

 

E’ giorno di trasferimento oggi; ci aspetta un nuovo alloggio e una nuova destinazione: Solenzara.

Saldiamo le 3 cene avute in hotel (130€) e ci avviamo lungo la strada. La casa ci verrà consegnata alle 17.00. scendiamo lungo la costa fermandoci a Marine de Scaffa Rossa. La spiaggia è grande, poca gente, sabbia bianca e come sempre mare pulito. Anche qui c’è un piccolo bar dove pranziamo con 1 insalatona, 1 piatto misto di carne e verdure, acqua e gelato € 25.

Sono tutti standard questi posti…

È una giornata bellissima, il vento aiuterà l’abbronzatura ma non di certo il mal di testa!!

 

Alle 16.00 ci dirigiamo verso il Residence i Cardellini. Bisogna costatare se è tutto a posto e poi andare un po’ di spesa. La struttura si trova alla fine del paese di

Solenzara, quasi all’uscita. Anche questo alloggio lo abbiamo scelto dal catalogo Eurotravel.

Devo dire che per essere in Francia, l’appartamento è molto pulito!! Abbiamo preso un monolocale. La casa è molto carina, situata al piano terra di una villettina a 2 piani.

 

(Residence I Cardellini)

   (Appartamento n.4)

                                                                                               

 

3 scalini portano ad un piccolo terrazzino con vista mare, all’entrate 2 divani letto, angolo cottura con 2 piastre elettriche e poche pentole, un armadio e un bagno abbastanza grande con doccia e finestra. Giudizio: 10! Siamo soddisfatti.

Scendiamo a far la spesa ma come sospettavamo i 2 supermercati (Spar e Coccimarket) di Solenzara, sono cari.

Ci dirigiamo a Ghisonaccia (piccolo paese più a nord, 15’ da Solenzara), dove c’è un grande centro commerciale (Super U) a prezzi che più o meno abbiamo in Italia.

 

 

14 Agosto 2005

 

Mattinata e pranzo a casa, nel primo pomeriggio andiamo a Favone. Il paesino è noto spprattutto per la sua bellissima spiaggia ed in effetti non hanno tutti i torti. I parcheggi sono molto semplici da trovare e sono tutti vicino al mare. Pomeriggio di sole..

   

 

15 Agosto 2005

 

Buon Ferragosto a tutti!!

Sveglia presto per recarci di buon ora alla Baia di Santa Giulia. Dicono che la spiaggia è piccolissima ma con un mare da fare invidia alle Maldive!!

 

 

 

 

 

In effetti il posto è molto popolato e c’è gente piuttosto Schick! La baia è bellissima, sembra davvero di essere in una piscina. L’acqua è trasparente e molto fredda. La bellezza di questo posto ci lascia proprio senza parole…

Nel primo pomeriggio la piccola spiaggia sembra affollarsi sempre più e così decidiamo di andare a fare un giro nella Foresta dell’Ospedale.

 

Superato Porto Vecchio, di ritorno verso Solenzara, giriamoa sinistra sulla D368 verso Zonza.

Ci immergiamo totalmente nel cuore verde della Corsica! La strada è un po’ lunga e non ci si può distrarre un attimo. Entriamo poco alla volta in una foresta piena di alberi profumati (dal castagno alla sughera, all’eucalipto). Ci son anche qui molti sport da praticare, vari sentieri con precise indicazione per chi ama fare trekking e parchi avventura.

(dai vari volantini presi in giro: 1 -Mountain Quad – per scoprire i magnifici paesaggi delle montagne Corse. Sarete accompagnati da una squadra di professionisti che vi mostrerà luoghi e panorami del Sud della Corsica. Per info: www.corsica-mountainquad.com; 2- Gita a Cavallo: Route du Piani –Levie per info +33 603991633 - +33 495784190  - 1/2 giornata 3h 40 € a persona ,  1 giornata 5/6h 75 € a persona.)

 

 

Ci fermiamo in una zona boschiva dove ci sono parcheggiate già alcune macchine. Tra gli alberi riusciamo a scorgere un tratto di foresta completamente disboscato con ai margini il laghetto “De Marchese”. Il posto è fantastico, un altro angolo di Paradiso che la natura ci ha riservato. Per lo più in lontananza riusciamo a vedere delle mucche allo stato brado pascolare tranquillamente fra i ceppi degli alberi. Fantastico!!

 

       

 

 

 

Proseguiamo il tragitto. Dopo 6 km ci sono le cascate “Piscia di Gallo”. Dalla strada ci vogliono 25min. a piedi per arrivare. C’è troppa gente così passiamo oltre.

Arriviamo ad un’altezza di 1.300 mt e lo scenario è sempre più interessante! Si continua a salire e a scendere. Ci mettiamo più di 2 h a tornare a casa… è stato bellissimo!!

   

16 Agosto 2005

 

Alla scoperta di una nuova spiaggia…!!!

Percorriamo la statale verso Porto Vecchio con l’intenzione di andare a PINARELLO. Dalla statale ci vorrà un quarto d’ora per arrivare alla spiaggia. Ci accorgiamo subito che non è una buona idea fermarsi là.

 

 

 (Pinarello)

 

La spiaggia è sovraffollata e non c’è nemmeno posto per la macchina. Senza dubbio il mare e il paesino sono molto belli ma immaginiamo che è una spiaggia che garantisce 0 relax.

Torniamo indietro, riprendiamo la statale in direzione opposta. Ci fermeremo in un’altra bella spiaggia…

A destra, a ridosso di un monte, in mezzo ad una pineta, vediamo parcheggiate un paio di macchine. Intuiamo subito che ci potrebbe essere un sentiero che porta al mare. Parcheggiamo e ci avventuriamo fra gli alberi. Bisogna scavalcare un paio di staccionate, superare un fosso con del filo spinato per arrivare ad una stupenda spiaggia di sabbia bianca e praticamente deserta…

 

 

 

Dopo un paio d’ore ci accorgiamo che più in fondo, l’area è riservata ai naturisti!!!

Non ci facciamo troppo caso e proseguiamo qui il pomeriggio.

 

 

17 Agosto 2005

 

Mattinata a casa e nel primo pomeriggio ci dirigiamo su una spiaggia a 2 km da Solenzara.

È spaziosissima e con il mare pulitissimo…

Un informazione molto importante: in tutte le spiagge si possono portare i cani anche se poi è a discrezione dei padroni evitare di farci trovare qualcosa di scuro su una distesa di granelli bianchi…!!!

 

 

18 Agosto 2005

 

 Tempo brutto!!! Niente spiaggia oggi!!! Mangiamo a casa e dopo aver oziato tutta mattina nel pomeriggio decidiamo di fare visita a Porto Vecchio. Alla scoperta di una nuova cittadina…

Ci mettiamo mezz’ora ad arrivare, parcheggiamo al porto e prima tappa: CREPES (2,6 €),

Ci sono tanti italiani che affollano i bar davanti al porto.

Seguiamo le indicazioni del centro e saliamo a piedi una lunga e ripida salita. In cima tanti viottoli pieni di negozi carissimi!!! Le case sono tutte in pietra, vecchie e una attaccata all’altra!!! Tanti ristoranti riempiono il centro e una piccola rocca domina il porto.

 

   

 

Cenni storici: Porto Vecchio, deve il suo nome al vecchio porto dell’epoca romana. Viene edificata come città nel 1539 dai genovesi. Nelle vie della città, si vedono ancora segni di fortificazioni per prevenire, a suo tempo, attacchi barbari.

È chiamata la città del sale. Ci sono molte saline infatti al bordo del mare. È la terza città della Corsica.  

 

 

19 Agosto 2005

 

Tutto il giorno al mare a far niente!!! Ci siamo solo fatti baciare dal caldo sole…

   

 

20 Agosto 2005

 

Tempo ancora incerto. Scendiamo in spiaggia nel tardo pomeriggio, niente sole, solo vento!!

 

 

 

21 Agosto 2005

 

Il tempo quest’anno ha deciso di non accompagnare la dolce estate.. ma noi non ci facciamo fermare da nessuno!!!

Destinazione odierna: BONIFACIO.

Mattina a casa. Partiamo verso le 15.00 calcolando che ci s’impiega un’oretta dovremmo essere la per le 16!! In strada ci imbattiamo in tremende grandinate, siamo quasi sul punto di tornare a casa…

Lasciamo Porto Vecchio alle spalle e ci “addentriamo” nel vero sud delle Corsica. I paesaggi e la strada ricordano vagamente la Sardegna. Greggi di pecore e branchi di mucche popolano i campi non ancora contaminati.

Scorgiamo tanti campeggi e Residence fino ad arrivare ad una rotonda ingorgatissima: siamo arrivati a Bonifacio!!!

Il tempo è ancora brutto quando raggiungiamo la città alta. Aspettiamo in macchina che il temporale passi dopodiché scendiamo e iniziamo a passeggiare per la città. Siamo all’estremità della Corsica.

      

Se fosse stata una bella giornata, avremmo visto la punta della Sardegna!! Arriviamo fino al faro dove scorgiamo le famose “Bocche di Bonifacio”. Parlano molto anche del cimitero che costeggia le mura, ma sinceramente non è così affascinante…

Passeggiamo lungo le mura e scorgiamo calette bellissime… l’arcobaleno nel cielo fa da cornice a questa bellissima città!!

 

 

 

Le case sono tutte bianche e molto vecchie! Rientriamo in centro paese e cerchiamo la casa di Napoleone. Purtroppo ci ritroviamo di fronte ad un negozio di souvenir che ha per così dire preso il posto della dimora Natale di Bonaparte.

Passeggiamo fra i viottoli antichi della città, intravedendo qua e là, scorci stupendi di mare aperto!!!

 

 

 

22 Agosto 2005 – 26 Agosto 2005

 

In questi giorni non abbiamo visitato più niente!!! Ci siamo goduti gli ultimi giorni di sole e mare… la Corsica è un’isola stupenda, ricca di natura e di emozioni da regalare!! Potrete scoprire un nuovo mondo più “selvaggio” e più “avventuroso”. Ideale per le famiglie con bimbi piccoli che possono giocare e correre sulle immense spiagge; ideale per i nostri amici animali che possono essere liberi anche loro dopo un anno di guinzaglio… ideale per una giovane coppia che desidera ritrovarsi dopo un anno di intenso lavoro… ideale per tutti coloro che cercano tranquillità e che amano scoprire posti nuovi!!!

Prima di questo viaggio ero sprovvista di qualsiasi informazione su quest’isola, probabilmente quasi nessuno la valuta come possibile meta di viaggio.

È bello vedere anche una parte di mondo di cui si parla poco e si è fortunati a poter parlare di qualcosa che per ora, alla maggior parte della gente, è “sconosciuto”!!!

 

 

 

 

Carla Minelli        carletta_98@yahoo.it