FORMENTERA

Spagna

Diario di viaggio 2007

di Roberta e Diego

 

 

 

 

A Formentera il divertimento non manca, ma non è fatto di discoteche o locali alla moda, ma di libertà!!!

Fare una vacanza in quest'isola significa immergersi in un mare bellissimo e scorazzare avanti e indietro in motorino...il mare è cristallino e si respira aria di libertà, in ogni angolo dell'isola.

 

Andiamo con ordine...

 

Viaggio last minutes: viaggi del ventaglio (la sistemazione ci è stata comunicata 3 gg prima della partenza)

Costo: circa  1000 euro a coppia (volo, pernottamento, trasferimenti nave veloce e noleggio motorino)

Periodo: giugno 2007

Viaggiatori: Roberta e Diego (dbaltieri@simail.it)

 

 

16.06.2007

 

Volo Verona-Ibiza e, poi, arrivo in serata a Formentera, con la nave veloce (circa 30 minuti).

Il nostro residence si chiama Mar y Sal e si trova a Salina, non lontano dal porto di Formentera.

Salina è un paese piccolo, ma caratterizzato dalle vecchie saline (da cui prende il nome) che creano dei colori bellissimi tra cielo e mare.

 


Il nostro monolocale è carino, pulito e luminoso e, soprattutto, ha una bella terrazza affacciata sulle saline.

Arriviamo a Formentera verso sera e stanchissimi per il viaggio.  Il primo giorno, quindi, tutti a nanna!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

17.06.2007

 

Finalmente si parte alla scoperta di Formentera…dopo aver noleggiato lo scooter, ci dirigiamo verso le famose spiagge di Illetes: sono situate nel punto più al nord dell'isola e le più vicine a Espalmador (piccola isola privata che è possibile raggiungere solo in barca, non a piedi perché le correnti sono fortissime ed è molto pericoloso).

La trasparenza del mare è indescrivibile e la sabbia bianca e finissima.

Per raggiungere le spiagge di Illetes, bisogna percorrere un po’di strada sterrata immersa nella macchia mediterranea. A un certo punto, si incontra sulla sinistra un antico mulino (Es Molì de Sal), dove oggi si trova uno dei ristoranti più belli (e costosi) dell’isola.

 

Una spiaggia di Illetes


Il tempo, purtroppo, non è dei migliori, ma passiamo tutta la giornata al mare.

E arriva il momento del tramonto…il momento più bello a Formentera…dopo la spiaggia, tappa obbligatoria nei chiringuitos (piccoli locali vicino alla spiaggia) dopo si beve l’aperitivo, aspettando il tramonto.

Il più famoso vicino a Illetes è il Bis Sur…dopo due mojto e un san francisco in due, siamo distrutti!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

18.06.2007

 

Oggi si cambia spiaggia….direzione Cala Sahona!

Cala Sahona è una delle spiagge meno estese dell’isola, ma molto tranquilla.

È una piccola caletta circondata da scogliere rosate. Il mare è sempre cristallino. Restiamo tutta la mattinata.

All’ora di pranzo, proseguiamo verso la parte più a sud dell’isola, Es Cap de Barbaria, fino ad arrivare al faro a strapiombo sul mare (attorno ci sono i geco che sull’isola si chiamano “sargatana”) .

 

La spiaggia nella zona turistica di Es Pujols


L'acqua cristallina di Cala SaonaNel pomeriggio, siamo a Es Pujols, cittadina a nord con molti negozi e locali.

All’ora dell’aperitivo tappa al Big Sur…questa volta, però, non esageriamo con il mojto.

In serata, andiamo a cena in uno dei locali più pittoreschi dell’isola: Fonda Pepe, nel paesino di San Ferran.

Il Fonda Pepe è l’anima hippy di Formentera, si mangia benissimo, si paga poco e, soprattutto, c’è la migliore paella e sangria dell’isola…inutile dire che – non avendo esagerato con il mojto – ci siamo sfogati con la sangria. Per entrare al Fonda Pepe è d’obbligo fare la fila fuori dal locale (non accettano prenotazioni). Consiglio di andare nei primi giorni della settimana!!Il sabato e la domenica è quasi inaccessibile (si rischia di aspettare per delle lunghe ore).

 

 

 

 

 

19.06.2007

 

Oggi si cambia di nuovo spiaggia…Es Mitijorn…è una delle spiagge più estese e si trova a  sud.

Il mare è sempre bellissimo, anche se un po’ mosso. Verso sera, tappa al Blanco e poi al Blue Bar (tipici chiringuitos), per il solito aperitivo…anche questa volta non esageriamo…ci aspetta la sangria di Fonda Pepe. Prima di tornare al Mar y Sal, ci fermiamo per qualche acquisto a Sant Francesc, capoluogo dell’isola (da vedere la chiesa del paese).

 

 

La spiaggia di Mitjorn è una delle più grandi dell’isola

 

 

 

20.06.2007

 

 

Oggi ci aspetta il mercatino hippy di El Pilar. Verso le 17.00, tutta l’isola in sella ai motorini si trasferisce in questo paesino, nella parte più alta di Formentera.

Il mercatino hippy è molto caratteristico, colorato e pieno di musica.

Non si può non fare qualche acquisto.

 


 

Dopo il mercatino, proseguiamo per il faro di La Mola, a strapiombo sul mare.

 

 

 

 

 


Prima di tornare a casa, ci godiamo il panorama  di Formentera da Es Mirador, aspettando il tramonto. Aperitivo al Blue Bar. Per la serata, abbandoniamo il Fonda Pepe e scegliamo un altro ristorante tipico, El Sargatana (molto bello e immerso in un giardino mediterraneo, ma un po’caro).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La costa nordorientale


 

21.06.2007

 

Ultimo giorno a Formentera…passiamo di nuovo la giornata in spiaggia a Illetes...cercando di finire il libro portato da casa. Per concludere in bellezza, aperitivo al Big Sur e serata al Fonda Pepe, dove abbiamo l’onore di cenare allo stesso tavolo dell’hippy (omone grande, grosso e biondo che ho soprannominato “l’hippone”) che mangia sempre nel locale, insieme ad altri amici hippy.

Ultimo giro in motorino e, poi, a preparare i bagagli…domani mattina si parte presto!

 

 

 

 

 

 

                                                  

 

Diego  dbaltieri@simail.it 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Home ] AFRICA ] AMERICA ] ASIA ] EUROPA ] OCEANIA ]