CAPODANNO A PARIGI

29-12-2004 / 02-01-2005

Diario di viaggio

Partecipanti: Carla, Alessandro, Alessandra e Matteo

di Carla Minelli

 

*  Primo giorno (29-12-2004)

 

Quest’anno abbiamo scelto una capitale Europea per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. La preparazione a questo viaggio risale ad ottobre 2004, più precisamente dal giorno in cui abbiamo prenotato il pacchetto. Oltre alle varie informazioni prese da internet, ho richiesto del materiale all’ambasciata francese, la quale mi ha spedito direttamente a casa il materiale necessario, tra cui cartina stradale, cartina dei mezzi di trasporto etc.. (l’e-mail per richiedere il tutto è: info.it@franceguide.com).

Il tour operator che abbiamo scelto è Alpitour. 

Il pacchetto comprendeva: soggiorno in hotel categoria turistica in pernottamento e prima colazione (5 giorni – 4 notti) + volo aereo Alitalia a/r da Malpensa + Paris Visite = € 470.

 

La partenza è fissata alle 09.15. L’aereo è puntale, atterra a Parigi alle 10.40. Tempo un pò incerto, ma tutto sommato meno freddo che in Italia.

Dall’aeroporto Charles de Gaulle, con la nostra “Paris Visite” prendiamo la linea ferroviaria RER che ci consente di avvicinarci all’hotel.

La Paris Visite è un biglietto che permette l’utilizzo di tutti i mezzi di trasporto di Parigi, tra cui linea RER, metropolitana, bus. Inoltre offre anche degli sconti in alcuni musei.

 

Scendiamo alla Gare de l’Est e prendiamo la linea metropolitana n. 5 (arancione) che ci porta direttamente verso l’hotel. (Fermata - Ourcq

 

Quest’ultimo non è vicinissimo alla fermata, ma grazie alle indicazioni riusciamo a trovarlo facilmente. (Hotel Ibis La Villette 31-35, Quai de l’Oise).

 

È un hotel a 2 stelle ma sinceramente non so su cosa si basano per dare queste categorie. Ambiente accogliente, pulito e le camere, anche se piccole, funzionali. Il tempo di lasciare i bagagli e subito via per il primo incontro con la città. Prima meta: Tour Eiffel e Champs Elysèe.

 

             

Non dimentichiamoci però che il nostro stomaco inizia a richiedere cibo. Ci fermiamo così in un ristorantino vicino alla fermata del metrò di Corentin Cariou (che poi alla fine è risultata essere la più vicina all’Hotel).

Non è molto economico se si pensa che per una crepès salata e una coca cola abbiamo speso a testa € 15. Ma è solo il primo giorno… ci rifaremo!! 

 

La metropolitana è molto comoda per spostarsi. Ne passa una ogni circa 5 minuti.

 

Arriviamo in Place de la Concorde dopo aver camminato per i giardini Des Tuileries. Iniziamo a intravedere la Tour Eiffel, ma lo spettacolo più bello arriva quando si accendono le luci sugli Champs Elysèe. Il profumo delle creperie ci fa ricordare che non possiamo assolutamente perderci la mitica crèpes alla nutella. TROPPO BUONA!! (costo della crèpes € 2,80).

 

 

Arrivati al maestoso Arc de Triomphe, prendiamo la metropolitana (Charles de Gaulle étoile linea 6 verde) per raggiungere il monumento più importante di Parigi: la Tour Eiffel.

L’effetto che da nel vederla illuminata è bellissimo. Ci sono tantissime luci che la coprono e che la rendono unica. Man mano che ci avviciniamo è sempre più bella. Ci fermiamo a fare un po’ di foto e con molto stupore notiamo che la fila per salire è chilometrica!! Per non parlare del costo… 1 piano (57 metri)          € 3,70; 2° piano (115 metri) € 7; terzo piano (276 metri) € 10,20.

 

Direi che per oggi è abbastanza… dopo la sveglia presto, il viaggio e la prima passeggiata siamo davvero cotti. Cena in camera dopo aver comprato delle fette di pane e del prosciutto. A letto prestissimo… h 21.00.

 

 

*     Secondo giorno (30-12-2004)

 

Il quartiere che visiteremo oggi è Montmartre. Per arrivare alla fermata di Abbesses dobbiamo cambiare 3 linee. Una volta scesi, seguiamo i cartelli che dirigono verso la funicolare. È una zona in collina quindi piena di salite e di gradini. La “Paris Visite” consente anche l’accesso alla funivia e nel giro di 5 minuti siamo davanti alla basilica del Sacre Cœur. È una chiesa bellissima, siamo senza parole per quanto è affascinante… scattiamo un sacco di foto e decidiamo di entrare. L’ingresso è gratuito, non c’è molta fila e l’entrata è inevitabile!! È in stile neogotico ed è stata costruita nel 1870.

 

 

All’uscita facciamo il giro nei vicoletti sul retro della chiesa. La zona è piena d’artisti che fanno i ritratti. Tipico parigino… 

Scendiamo dal parco sottostante la basilica continuando a girarci per vedere ancora una volta quella meraviglia. 

 

 

Poco distante si trova la fatidica via del Mouline Rouge. Prima di arrivare, bisogna passare da una serie di Sexy Shop e Club privée che sono davvero dappertutto. C’è da divertirsi a guardare le vetrine… bisogna stare invece attenti ai fidanzati!!! 

 

 

Prendiamo la metro ad Anvers e ci dirigiamo verso il Louvre. Scendiamo a Palais Royal Musée du Louvre. Inizia a piovigginare ma quando entriamo nella piazza delle piramidi non ce ne accorgiamo neanche più!! L’entrata al museo costa         € 8,50, ma è abbastanza tardi e, visto che chiude alle 18, non ne vale la pena. La Monna Lisa resterà appesa ad aspettare la prossima volta che verremo… 

 

Passeggiamo sulla Senna dal Louvre fino al Pont de l’Alma. Vogliamo vedere il luogo dove la principessa Diana ha perso la vita. La passeggiata è lunga ma Parigi di sera è uno spettacolo. Arriviamo sul ponte dove c’è un muretto pieno di scritte in memoria della principessa.

 

Siamo stanchi, anche oggi abbiamo camminato molto ed è arrivata l’ora per rientrare in Hotel. Questa sera vogliamo provare il ristorante che c’è nell’albergo. Finalmente abbiamo mangiato bene, qualcosa di caldo e buono. Un filetto di vitello con contorno, acqua e dolce € 16 a testa. 

 

 

*    Terzo giorno (31-12-2004)

 

E’ l’ultimo giorno del 2004… questa sera accoglieremo l’anno nuovo in modo diverso dal solito. Sugli Champs Elysèe.

 

Tour previsto per oggi: Notre Dame – Quartiere Latino – Sorbonne – Pantheon – Giardini del Lussemburgo – Invalides.

 

Arriviamo a Notre Dame scendendo alla fermata di Citè. La cattedrale è lì, sulla riva della Senna, attorniata da gente… Un albero addobbato è situato di fronte per ricordare che è da poco passato il Natale. 

 

              

 

Anche qui la fila è a serpentina… lunghissima. Non abbiamo tempo da perdere e dopo aver scattato qualche foto ci dirigiamo verso il Quartiere Latino.

È molto vicino alla cattedrale. Ci sono vie piene di ristornanti di tutto il mondo. Ci fermiamo a mangiare in un fast food greco. (pranzo € 12 in due… qui sì che è economico!). Continuiamo a passeggiare per le vie latine e alla fine arriviamo alla famosissima università di Parigi. La Sorbonne.  È un college molto grande e molto bello. 

 

Lungo la via per arrivare ai giardini del Lussemburgo incrociamo il Pantheon. 

 

 

 

Il parco dei Lussemburgo è proprio bello. Ricorda un po’ quello degli Asburgo a Vienna. Davanti al castello c’è una fontana con un laghetto e d’estate con i fiori deve essere un paesaggio unico. Ci rinfreschiamo un po’ stando seduti sulle panchine in fronte al castello. 

Il parco è molto grande, c’è gente che fa jogging, altri che leggono e per i bambini ci sono le passeggiate sui pony. 

 

      

 

Per arrivare a l’Invalides, prendiamo la metro a Rennes, scendiamo a Assemblèe Nazionale e proseguiamo a piedi. 

Decidiamo di entrare nel museo degli Invalides perché c’è la tomba di Napoleone. Il costo dell’entrata è di € 7. All’interno del palazzo ci sono varie sale; alcune dedicate alla seconda guerra mondiale, una alla Rivoluzione Imperiale, un’altra per le armi e infine nella chiesa dell’edificio, l’imperatore Napoleone, riposa in un imponente sarcofago posto sotto il duomo dorato. 

La sua tomba è un monumento grandissimo in legno. Ai lati della chiesa ci sono anche le tombe dei figli di Napoleone.

 

       

 

Sono le 22.00 e abbiamo appena finito di cenare, ci stiamo preparando per andare sugli Champs Elysèe. Dopo tanta confusione in metropolitana, ci ritroviamo in mezzo ad una folla di persone che spazia dall’Arc de Triomphe a Place de la Concorde. Gli Champs Elysèe non si riconoscono più… sono sommersi, e anche noi!!!

 

 

 

 

C’è gente dappertutto, alcuni iniziano a sparare i loro “botti”, ma la nostra attenzione si dirige verso la ruota panoramica che fino a quel momento era stata spenta. Man mano che passano i minuti, inizia ad accendersi, dall’interno all’esterno fino a diventare una palla gigante piena di colori…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ arrivata la mezza notte e tutti urlano, applaudono, si abbracciano… è una sensazione unica, mai provata prima!! Io e il mio amore ci abbracciamo dopo 7 capodanni passati insieme… che emozione!!

 

 

Iniziamo a camminare dove ci porta la massa… decidiamo di fare quattro passi prima di prendere la metro… non fa molto freddo, credevamo peggio!!

 

In giro se ne vedono di tutti i colori ma la cosa più bella è che è festa per tutti!!

 

 

*     Quarto giorno (01-01-2005)

 

E’ il primo giorno dell’anno 2005!! Ci svegliamo all’ora di pranzo, ma abbiamo ancora molta stanchezza addosso… avevamo in mente di trascorrere il pomeriggio a Versailles, ma per arrivare ci si impiega un oretta e quindi arriveremo troppo tardi!! Decidiamo di trascorrere il pomeriggio passeggiando sugli Champs Elysèe, mangiando qualche crêpes e facendo un po’ di shopping!!! 

 

 

*   Quinto ed ultimo giorno (02-01-2005)

 

L’aereo parte alle 18 e nessuno ci impedisce di organizzare un mini tour anche per questa mezza giornata. Abbiamo praticamente visitato tutta Parigi cosicché pensiamo: “perché non vedere tutto ciò che abbiamo già visto ma dall’alto?” e così ci dirigiamo verso la Tour Montparnasse

Scendiamo alla fermata del metrò “Montparnasse Bienvenue e ci troviamo di fronte un grattacielo alto 209 metri avente  59 piani. 

 

              

 

Per arrivare sulla terrazza panoramica, ci vogliono 25 secondi. Ti si tappano le orecchie tant’è veloce la salita in ascensore!! Una volta in cima si può ammirare un panorama fantastico della bellissima Parigi. Guardando tutti i monumenti già visti, abbiamo rivissuto questi 5 fantastici giorni… 

 

Il costo per salire è di € 7, ma grazie alla Paris Visite, paghiamo 5,35 € a testa.

 

 

 

 

 

Qui, per esempio, si può vedere la basilica del Sacre Cœur.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ascensore arriva fino alla terrazza vetrata, per raggiungere il punto più alto, bisogna salire di altri 2 piani a scale. 

Siamo stati fortunati, la giornata è bellissima, si riesce a vedere proprio tutto…

 

 

Dopo aver “riammirato” la città (non basterebbe mai), scendiamo e prima di tornare in hotel per prendere i bagagli, decidiamo di dare un ultimo saluto alla Tour Eiffel

 

C’è un bel sole, gli Champ de Mars sono pieni di gente che passeggia… se penso che fra qualche ora sarò già a Milano, mi viene da piangere!! Come vola il tempo…

 

Ci facciamo fare qualche foto di gruppo per ricordare questo viaggio…

 

 

 

 

Sono le 15.30 e noi siamo ancora in giro… l’imbarco è alle 17.40… abbiamo ancora molta strada da fare… iniziamo a correre anche se, tutt’al più perderemmo l’aereo e resteremmo un giorno in più a Parigi!! 

“Purtroppo” riusciamo a prendere il volo che atterra puntuale a Milano Malpensa.

 

È ora di pensare a domani, i ricordi di questi 5 giorni ci accompagneranno sempre, ma la nostra vita di tutti i giorni, ci sta aspettando!!

 

Un altro anno è arrivato, chissà cosa ci porterà… speriamo tante cose belle tra cui anche qualche bel viaggetto!!

 

 

Carla   carletta_98@yahoo.it

 

 

Home ] AFRICA ] AMERICA ] ASIA ] EUROPA ] OCEANIA ]