Essaouira e Marrakech

Marocco

12-16 ottobre 2022

di Michele Spiriticchio

 

 

Il Marocco per me è il paese più "bello" del mondo. Non perchè è il paese che mi piace di più ma perchè il Marocco è il paese che più mi ha formato, mi ha dato più di tutti quella grandissima e autentica fortuna di diventare un appassionato viaggiatore.

Ci sono stato tante volte, per il momento sono arrivato alla sesta occasione e tutto viene calcolato a partire dal 1990 con il mio primo viaggio in solitaria zaino in spalla e puro "on the road" tutto via terra.

 

Sì, questo viaggio è stato brevissimo, solo quattro giorni ma è stato un nuovo meraviglioso giro che mi ha fatto capire ancora una volta quanto sia unico il Marocco e che vorrei continuare a visitare presto, ci sono troppi luoghi che ancora mi mancano ...per fortuna :-).

 

12-10-2022 mercoledì


Volo aereo EasyJet 60,90 € acquistato il 30/05/2022 andata e ritorno da Milano Malpensa a Marrakech (Marocco)
Milano Malpensa (T1) a Marrakesh (Marocco)
Partenza:mer 12 ott 2022 06:00
Arrivo:mer 12 ott 2022 08:20

Atterro a Marrakech con un cielo nuvoloso, sono passate da poco le 8, in Marocco c'è un'ora in meno rispetto all'Italia. Ha appena piovuto e fa freschetto, io resto in maniche corte.
Al controllo passaporto c'è un po' di fila, viene chiesto il documento, la carta di imbarco e l'indirizzo del pernottamento, ho dato il cellulare con la pagina della riservazione della prossima notte a Essaouira. Il poliziotto è piuttosto scontroso e dallo sguardo severo. Mi timbra l'entrata sul passaporto e mi lascia passare.

Prima di uscire mi fermo a un ufficio cambio.
L'impiegato mi spiega che non essendoci commissione (lo dice lui) potrei cambiare di più e se lo faccio per 250 euro avrei in cambio una carta (boh?). Non lo ascolto, faccio fatica a capire, soprattutto non mi interessa e ripeto che va bene così, cinquanta euro per quattrocento settanta cinque dirham "mad" ( il cambio ufficiale sarebbe stato di cinquecento trenta dirham (10,6 mad ogni euro).

Avevo preso nota su internet in precedenza che i bus utili dall'aeroporto fino alla stazione degli autobus (vicino a bab Doukala) sono i numeri 11,12, 18.
Esco infine dall'aeroporto tenendo la sinistra fino al corso trafficato (Avenue Guemassa) dove svolto ancora a sinistra, dal lato opposto c'è la fermata dei bus 11, 12, 18 ecc. Cammino più o meno per trecento metri dall'uscita dell'aeroporto.
Attendo pochi minuti, poi salgo sul bus numero 11, il biglietto si fa alla porta davanti e viene rilasciato dal conducente, costa 4 mad. Il bus è bello pieno, c'è una musichetta che con ogni probabilità è una preghiera del Corano.
Le donne con occhi stupendi che mi notano non sono del posto, gli uomini sono berberi, sono magrebini.
Il bus passa anche da place Djema el Fna. Dopo poche fermate sale un controllore a cui si mostra il piccolo bigliettino che segna con una biro.
Dal finestrino vedo Marrakech, il minareto della Koutoubia, le mura rosse, i viali e le palme, i lustrascarpe come una volta, i bar con i te alla menta serviti con teiere d'argento, carretti e venditori ambulanti.
Il bus impiega 15/20 minuti fino a Bab Doukala dove a lato entro alla gare routiere, la stazione degli autobus. Davanti ci sono tanti taxi tutti beige caffelatte. Ho vaghi ricordi di questo posto, ormai sono passati trentadue anni dal mio viaggio in Marocco.
L'atrio è un po' squallido e buio, vedo alcuni sportelli "ligne" o linee che servono per esempio El Jadida, Casablanca, Skoura, Essaouira, ecc. Non faccio a tempo per osservare tutte le destinazioni che vengo subito notato da un signore che mi accompagna allo sportello per Essaouira, compro il biglietto delle 9.45 a 70 mad dopo aver rifiutato ancora una volta, "l'offerta" di comprare già il biglietto di ritorno con data e orario "ouvert" a 140 mad. Potrei anche scegliere di tornare a Marrakech da un'altra località, chi lo sa?
Marciapiede "7", lì c'è il mio bus pronto per partire tra quindici minuti della compagnia Mourassalate Aljanoub. Sul biglietto la data, l'ora e il prezzo sono segnati in penna e in arabo, oppure sono degli scarabocchi.
Dopo mezz'ora finalmente lasciamo Marrakech alle spalle.
La benzina costa 14,1 mad, circa un euro e quaranta.
Il viaggio è più lungo di quanto pensassi. Le fermate lungo la strada non si contano più. Quasi tutte sono impreviste per caricare passeggeri che cercano un passaggio. Il cielo è privo di nuvole, il sole è accecante, il viaggio è magnifico verso la costa.
Passiamo da Chichaoua, Sidi Mokhtar, Tafetachte, Air Labrouche, Ounagha, mentre il bigliettaio mi indica qualcosa più avanti, sono tante capre sulle quattro zampe che stazionano sugli alberelli di argania di questa zona, incredibile! Sembrano alberi di Natale con le capre al posto delle palle !
Dopo quasi 4 ore ecco Essaouira. La stazione dei bus è ai margini della medina circondata dalle mura.
Mi fiondo subito in un piccolo bar come ce ne sono tanti uguali per un panino e una coca. I ragazzi sono molto simpatici, sorridenti e gentili e si fanno in quattro per capire. Un po' in francese e in italiano e qualche parola di inglese e spagnolo e voilà tutto diventa chiaro e ci intendiamo. Mi dispiace non parlare un po' in arabo, non ho mai approfondito ed è una cosa che non mi piace.
Inizio a stare bene, non avevo fatto colazione e sono in piedi dalle tre di notte.
Ora mi oriento anche senza mappa a Essaouira. È la parte della città che preferisco, la via del mercato sotto ai portici e le merci esposte sulla via mentre alcuni cortili sono più nascosti ma molto tipici.
Gironzolo intorno all'ostello Moga che è chiuso, prendendo tempo, perdendo tempo perché Essaouira è proprio fatta per lasciarsi andare tra le vie contorte della medina.
L'ostello Moga è centralissimo imboscato in un vicolo a metà circa di una delle due vie centrali che portano dritto al porto.
Ormai tutto è orientato al turismo con negozi che vendono le specialità del posto, del Marocco. Tappeti, bigiotteria con argento, pietre più o meno preziose, oggetti in legno di thuya, argan e derivati, l'olio e le creme, profumi, spezie, ceramiche, souvenirs di dubbia provenienza, e tanto altro.
La spiaggia è lunghissima, l'oceano subisce forte il fenomeno delle maree, il cielo è limpido ma come ovattato da una nebbiolina leggera che filtra la luce. Il vento è onnipresente.


                           

                                   

                                       

                                   

                       

                                   



Giovedì 13 ottobre
Una bella dormita prima di passare un'intera giornata a Essaouira.
Alla patisserie Driss faccio colazione con una buona pasta ripiena e un café au lait.
La temperatura è come in una primavera inoltrata, di notte freschino ma di giorno caldo ma ventilato. È fresco, l'oceano Atlantico "bagna" con la sua umidità tutta la costa.
Mi incammino in spiaggia, lunghissima e piatta e sullo sfondo vedo che è bordata da alcune dune. Lá ci sono vele per il kite surfing che vengono usate per i corsi. Ci sono pochi praticanti in acqua mentre sulla spiaggia vedo diversi stranieri che prendono lezione. E' tutto dannatamente rilassante, rilassato...
All'inizio ci sono ombrelloni e sdraio di alcuni hotel, poca gente sdraiata al sole e chi lo fa è soprattutto il turismo straniero.

                               

                               

                               

                               

                               

                               
 

                                                       

                                                                                                                                                               

Venerdì 14 ottobre

In mattinata rientro a Marrakech sempre in bus lungo la stessa strada dell'andata. Prezzo del biglietto 60 dirham.

                                   

 

                                                   

Marrakech, Medersa Ben Youssef

 

                               

                                       

Sabato 15 ottobre

Giornata intera tutta passata in tranquillità, se così si può dire, a Marrakech.

E' tutto un bazar, è tutto un souk !

                           

                                   



Domenica 16 ottobre


Sveglia alle 5,15, è presto ma ho il volo alle 9.20. Mi incammino fuori dalla Medina, seguo google maps, e tutto a piedi raggiungo l'aeroporto in un'oretta e mezza praticamente di notte senza problemi.

Colazione prima di arrivare e svoltare a destra dall'altro lato della strada con crema di ceci, pane e the.

               

Marrakesh (Marocco) a Milano Malpensa (T1)
EJU2592 flight
Partenza: dom 16 ott 2022 09:20
Arrivo: dom 16 ott 2022 13:35

 

 

Pernottamenti

2 notti a Essaouira, Moga hostel.  16 €

2 notti a Marrakech, Hostel Dar Ben Youssef 15 €
 

Riassunto spese:

GP parking 22 €

Volo aereo andata e ritorno da Milano Malpensa a Marrakech (Marocco) EasyJet 60,90 € (acquistato il 30/05/2022)

Cambiato 50 € con 475 mad

Cambiato 50 € con 512,5 mad
Cambiato 30 € = 313,5 mad
Cambio 20 € con 210 mad

 

Totale 233 euro


 

 

 

 

 

email

 

Home ] AFRICA ] AMERICA ] ASIA ] EUROPA ] OCEANIA ]