San Blas

Nayarit

Mexico

 

 

A San Blas troverete il Messico... !!

A San Blas per dimenticare, per appartenere a gente umile, sparire e non pensare ad altro...!

 

San Blas, dal Cerro San Basilio.jpg (56313 byte)                           San Blas, tramonto.jpg (50669 byte)

 

 

Un paese che riesce a farti innamorare dei tramonti fantastici !

 

La Tovara, San Blas.jpg (83766 byte)

 

Se andate a San Blas non troverete quello che cercate,

in paese si vive ogni giorno come se fosse l'ultimo,

i mosquitos vi seguiranno, per non dimenticare che San Blas vi entrerà per sempre nell'animo,

San Blas, testimone di campagne memorabili, dove le palme per un attimo vi rapiranno e non troverete più la via d'uscita...

 

San Blas, abbandonata a se stessa, abbandonata dal 1872 anno in cui finirono gli scambi con l'estero. San Blas era l'approdo di pirati e galeoni. La Nuova Spagna stabilì in questo porto la base spagnola nel pacifico, ( era il comando navale orientale della Spagna nel pacifico ) e nel 1768 fu fondata la città di San Blas appunto, sulla cima della collina di San Basilio.

Dal porto sul rio Pozo, salpò in quegli anni ( 1768 ) Padre Junipero Serra alla volta della California, con 14 missionari su "La Concepciòn".

A San Blas arrivavano le navi spagnole cariche di merci provenienti dall'Asia, le Filippine, l'Oriente...

Nel 1810 il forte spagnolo cadde nella sanguinosa guerra d'indipendenza e con essa anche San Blas.

Con l'indipendenza dalla Spagna, San Blas cadde nell'oblio, e perse d'importanza. Poche furono le navi a passare da questo porto e San Blas fu a lungo dimenticata.

 

La Tovara, manglares.jpg (197171 byte)

La Tovara, fra las manglares.jpg (204874 byte)      La Tovara, pico de bote.jpg (95510 byte)

La Tovara

 

In una guida del Messico, di San Blas si fa questa descrizione, che mi ha colpito e che rispecchia perfettamente la sensazione che anch'io ho provato per questo paese:

"A San Blas c'è un'atmosfera di abbandono e torpore; la vita ha un ritmo molto lento, le case sono trascurate, le spiagge abbandonate, e molti degli alberghi  e dei ristoranti sembrano accontentarsi di lasciare che le cose vadano per conto loro. L'impressione che danno molti degli abitanti è quella di essere arrivati anni fa e di non avere mai più trovato l'energia necessaria per andarsene."

 

 

Hotel "Bucanero", Juarez 75.

 

Las Islitas, Matanchén.jpg (93833 byte)

Las Islitas

 

 

 

www.visitnayarit.com

 

 

 

leggi il diario !

MEXICO DEL NORTE agosto 2003

 

 

email

  scrivimi - write to me - escríbeme

 

 

 

 

 

 

 

UP ] Baja California ] Barranca del Cobre ] Barra de Navidad ] Durango ] Cañon del Sumidero ] Isla Mujeres ] Mahahual ] Monte Albán ] Oaxaca ] Palenque ] Puerto Escondido ] Real De Catorce ] [ San Blas ] San Cristobal De Las Casas ] Teotihuacan ] Tulúm ] Uxmal ] Zacatecas ] Viaggio 1999 in Messico ] Hotels Viaggio 2000- Guatemala, Honduras e Messico ] Lettere sul Messico ]