Lettere sulla Colombia (estratti di e-mail....)

 

www.viaggiareliberi.it

 

Home ]

 

VIAGGIARE LIBERI; viaggiare è avere il mondo che ti viene incontro... ] INDEX DESTINATIONS ] RACCONTI DI VIAGGIO ] MAPPA DEL SITO ] english version ]

 

Io al momento sono in Colombia rientrerò tra un paio di giorni, anche io ho fatto 15 giorni ed ho visto diversi posti.
In guajira non sono stata però per il mare ti consiglio il parco di tayrona , al cabo de San juan il mare è bellissimo .Da Cartagena prenota un bus della Marsol , ti vengono a prendere direttamente in hostal e ti scaricano davanti all ingresso del parco con 75 cop persona. Isola grande e playa Blanca non sono un granché , fai solo 2 gg a Cartagena che sono sufficienti. Dal parco di tayrona puoi prendere un bus pubblico ed arrivare a Palomino che è carinissima ha una bella spiaggia diversi Rio dove fare il bagno. Da Palomino partono i trekking per la ciudad perdida.
E poi ti posso consigliare Mompox che puoi raggiungere da Santa Marta . I giorni ti sono sufficienti
Raffaella

 


ANche io a distanza di anni posso dare solo indicazione generiche, ma spero aiutino!

Moneta, si cambiano euro e dollari, ma i dollari son sempre piu' comuni soprattutto nei paesini piccoli (dove a volta sono accettati o intercambiati anche fuori dal circuito bancario).

Pero' va beh, non ti stressare, in aeroporto o nelle citta' puoi fare il cambio euro-dollaro o euro-pesos e poi andare in giro.

Non ero stato a Taganga ma molti viaggiatori mi avevano parlato bene del parco e avevano alloggiato li'. Io ho fatto la sierra de santa Martha, cioe' la visita alla Citta' perduta, che dura vari giorni ma e' una avventura irripetibile. Oggi dovrebbe essere meno incasinata a pericolosa (per la guerriglia e altri gruppi paramilitari che c'erano) e forse sono piu' organizzati. Se hai pochi giorni forse non ce la fai e il tour di un giorno in elicottero alle rovine non vale la pena, e' caro e no ti godi niente del viaggio e della natura...Boh, con un po' di sollecitazioni ero riuscito a farmi portare da una guida in 3 gg anziche' 6 gg. Una mazzata ma ne era valsa la pena.
Sul resto non saprei e non mi esprimo. In 15 giorni conviene selezionare, escludere e scegliere di vedere bene una o due zone e poi ritornare!
Fabrizio

 

 

 

vi scrivo da un piccolo villaggio del Cauca SanAndres de pisimbala, 200 anime di una comunita indio sperduta fra i monti. I paesaggi sono esaltanti, la gente cosi' meravigliosa da commozione. Ci siamo arrivati, perche' ci son voluta venire di forza, visto che tutti quelli che abbiamo incontrato la saltavano per la lunghezza e scomodita' del viaggio.

E pensó di aver trovato un altro posto del cuore. La comunicazione con gli abitanti e' cosi' facile che sembra di essere fra parenti, l'ospitalita e' molto migliore di altre parti e oltretutto costa molto meno, il cibo ottimo cucinato dalle signore indio, oggi che e' domenica anche per strada (meraviglioso sancocho de gallina cotto nel pentolone in quella che una volta era la piazzetta della Chiesa, distrutta da un incendio qualche anno fa) Noi cosi' poco attivi, ci siamo fatti delle scarpinate lungo sentieri fangosi per andaré a vedere le tombe ipogee di Tierradentro e siamo rimasti affascinati dalla loro atmosfera. Non so se tu Michele ci sei venuto, ma se non lo hai fatto hai perso un piccolo gioiello.

Susy

 

 

 

Vai tranquillo in Colombia, nel senso di non pensare troppo alle solite notizie dei media. Però devi pensare sì alle solite precauzioni latino-americane. Viaggiare in Sud America è MOLTO diverso dal viaggiare nel sud est asiatico, servono alcuni accorgimenti con i quali quasi sicuramente non avrai nessun problema, mentre senza i quali potresti correre dei rischi.

Sulla reflex al collo invece dissento da Michele, soprattutto quando sarai nelle grandi città. Uno straniero si riconosce già dalla faccia e dai vestiti che porta, se poi giri anche con una bella reflex al collo è come mettere un cartello in testa dicendo: sono qui! :-)
La macchina la puoi portare in giro, ma fai come fanno anche i fotografi colombiani, lasciala dentro uno zainetto anonimo nelle spalle, e quando ti serve la tiri fuori per i tuoi scatti, poi la rimetti dentro, fuori dagli sguardi della gente che passa. Nelle zone turistiche come Cartagena e San ANdres puoi anche portarla sempre al collo, anche nei piccoli paesini, però no nelle grandi città o zone periferiche di piccoli centri. Idem per i cellulari cari (smartphone), che ormai sono l'ossessione attuale dei ladri, più del portafoglio.

Gli autobus sono moderni, aria condizionata (ci vuole un maglione) e molto comodi. Migliori di Ecuador e Venezuela e anche centro America in generale.
I furti negli autobus ogni tanto capitano, ma in genere capitano nelle piccole linee secondarie o più economiche. Tu per questo scegli le migliori, tanto il prezzo è comunque economico. www.bolivariano.com.co è la migliore del paese, puoi anche prenotare via internet, puoi viaggiar tranquillamente anche la notte nelle lunghe tratte.
Per il resto vai tranquillo e goditi questa gente meravigliosa, quasi unica in tutta l'America latina!

Io ormai vivo in Colombia da 6 anni (per 7 mesi ogni anno), a Cali (insieme a Medellin le città con più violenza in Colombia), e non mi è mai capitato niente di brutto, solo esperienze bellissime.

Sempre, però, seguendo le "normali precauzioni".
:-)

Pietro

 

 

Ciao Roby, complimenti per la scelta, la Colombia ti piacerà molto, il Paese è bellissimo e la gente ancor di più.
Sono felice di sapere che gente se ne va in Colombia, visto che molti pensano ancora alla colombia come un Paese di droga e malviventi, mentre invece è un accogliente e colaratissima meta.
POtrei scriverti un milione di cose sulla Colombia, che insieme al messico e il nicaragua sono i miei paesi preferiti, ma cercherò di essere breve.
La colombia è un Paese molto grande, e quindi viaggiando autonomamente senza voli interni, c'è molta strada da fare, ma tutto è possibile.
Tutto dipende da te e da cosa preferisci fare. Se vuoi fare anche mare, e non volare devi lasciar perdere il sud naturalmente.
Io sono rimasto molto contento di Salento, Medellin e Villa de Leyva. Il mare al nord ottimo soprattutto a la ISla Baru e san bernardo.
Se vuoi sbatterti un pò di più ti consiglio di raggiungere Cabo de Vela, di cui me ne hanno parlato benissimo tutti coloro che ho incontrato x la strada.
Noi abbiamo sempre ritirato al cajero automatico anche se avevamo con noi 100$US... just in case
A bogota abbiamo usato due taxi, uno dall'aereoporto al centro dove la tariffa è fissa e la paghi allo sportello dei taxi ufficiali e per raggiungere la stazione dei bus, in quell'occasione abbiamo contrattato con l'autista dopo aver chiesto alla reception dell'ostello più o meno la tariffa x la nostra destinazione.
La colombia ti piacerà sicuramente e ti auguro un buon viaggio.
ROBY


 

Io vivo in Colombia da diversi anni  ormai (solo 6 mesi all'anno però). Alla Guayira ci sono andato l'anno scorso e ora ti spiego come fare.

Hai ragione che i tour organizzati in loco sono cari!! Però come già hai accennato puoi andarci anche per conto tuo, è sicuro e non è complicato.

Dovresti prima arrivare alla capitale della Guayira (RIOHACHA). In bus da Santa Marta saranno 3 orette se ricordo bene, o 7 ore da Cartagena, costi bassi ovviamente. Qui a Rio Hacha dovresti dormire una notte perchè i bus per Cabo de la Vela partono la mattina presto, molto presto. Nell'hotel dove dormirai (o anche al tassista) chiedi dove è la fermata per i mezzi che vanno a Cabo de la Vela. Ci sono sia dei bus piccoli, sia delle auto private che appena hanno almeno 3 o 4 persone partono. Io avevo usato una di queste. Magari chiedi un paio di prezzi ad almeno un paio di mezzi, giusto per non farti caricare il prezzo.
Il bus o auto fa una sosta ad Uribia, poi o continua o ti fanno cambiare mezzo (chiedi a Riohacha se va direttamente al Cabo o se devi cambiare ad Uribia).
Queste info sugli spostamenti le trovi anche nella Lonely Planet, che checchè se ne dica è sempre utilissima e te la consiglio, soprattutte in zone poco battute dai turisti e delle quali si hanno quindi meno informazioni.
A Cabo ci sono tante soluzioni di alloggio, da hotel comodi a capanne o casucole. Il problema per tutte è L'ACQUA!! La Guayira è un deserto totale, non c'è un filo verde per centinaia di chilometri. Io avevo un alloggio economico, e avevo diritto ad un secchio di acqua di 20 litri al giorno, per tutto! Lì infatti ho imparato come ci si fa la doccia con pochissima acqua :-).
Probabilmente negli hotel un po' più cari ti concederanno qualche secchio in più :-) :-)
Cucina ottima, pesce e crostacei a volontà!
Ti consiglio le bellissime borse artigianali che vendono per strada a RioHacha, sono fatte degli indios Wayuu e lì le vendono ad un quarto del prezzo (50.000 pesos) che hanno a Bogotà o Cartagena.
ATTENZIONE! Informazione importantissima!
Nel viaggio di andata o ritorno per il Cabo della vela, tieni sempre d'occhio il tuo zaino e bagagli vari!!
Quella zona (soprattutto nel viaggio di ritorno) è vicina al confine con il Venezuela, ed è zona di tanti traffici più o meno loschi. A volte la gente che trovi nei bus o auto sono appunto loschi individui, che appena ti giri infilano le mani nel tuo bagaglio e rovistano, rovistano... Io avevo caricato il mio zaino nel tetto del pick-up, e un tizio si era arrampicato fin sopra (nonostante la strada in terra battuta piena di fossi!!) e mi aveva rovistato tutto lo zaino, alla fine mi erano scomparse poche cose (un coltellino, schiuma da barba... ma pensa te!). In Colombia mi è capitato solo nella Guayira, appunto perchè zona di confine.
Se vuoi fare lunghi spostamenti, pensa anche ai voli, quelli interno sono economici se li compri almeno 3 o 4 settimane prima.
lan.com è molto conveniente, e spesso anche avianca.com ma questa non accetta carte di credito straniere. La low-cost colombiana si chiama vivacolombia.com, è un po' più economica della LAN ma ha spesso ritardi, poi devi pagare per il bagaglio da stiva e alla fine ti costa quanto la LAN.
Pietro

 

 

leggendo la tua mail mi è venuta voglia di ripartire alla volta della Colombia!!! Che paese meraviglioso e dire che ero così preoccupato prima della partenza!!!.........ancora oggi è il miglior viaggio della mia vita ( esclusa l'esperienza di vita di  un anno in Australia)......

Io ho trascorso 7 settimane in Colombia nel 2011 e in quel lasso di tempo l'ho visitata quasi tutta a parte la zona amazzonica che sinceramente non mi interessava, è stato un viaggio impegnativo per gli spostamenti perchè le strade sono molto tortuose e i lavori in corso certo non mancano!! Armati di tanta pazienza e vedrai che se lasci il tuo cuore aperto le persone che incontrerai ti faranno riscoprire tanti valori della vita che noi purtroppo abbiamo oramai dimenticato da tempo........

Allora ti racconto della mia avventura in Colombia; dopo 3 giorni passati a  Bogotà ho preso un volo alla volta di Cartagena nella quale ho trascorso solo 2 giorni (troppo turistica per me anche se devo dire che è meravigliosa) per poi trasferirmi a Santa Marta e successivamente al parco Tayrona che se  andrai a Marzo sicuramente ne varrà la pena....tot permanenza 6 giorni.
Ti consiglio poi se hai intenzione di passare per Bucaramanga di non fermerti in città ma di prendere un altro bus per Giron paesino coloniale tenuto benissimo a 9 km da Bucaramanga e alla detta di tutti secondo solo a Barichara che pure ti consiglio....ah dimenticavo , se vai a Giron ti consiglio di soggiornare all hostal Chill out di proprietà di un romano.....è spettacolare e pure economico!
Da Barichara se ti piace camminare dovresti farti il cammino real che dal centro del paesino scende fino a Guane dove sembra che il tempo si sia fermato...naturalmente poi un giretto a San Gil lo farai ma a me onestamente non è piaciuto  particolarmente perchè troppo turistico.
Io amo la montagna, e tu? La piu bella settimana del mio viaggio in Colombia l'ho passata nel Parque Nacional Natural El Cocuy nel quale sono arrivato in vetta al Ritacuba blanco la vetta più alta della Colombia con i suoi 5330 metri....una grande avventura, se hai bisogno di altre info a riguardo fammi sapere..... ti consiglio  pure di fermarti a Villa de Leyva per  un paio di giorni, cittadina coloniale molto ben tenuta a poche ore da Bogotà......questa è stata la mia esperienza nel nord della Colombia, naturalmente puoi partire da Bogotà, scendere fino a Cartagena ed eventualmente prendere un volo di ritorno per Bogotà da lì....
Marco
 

 

Inoltre gli spostamenti sono lunghetti e ogni tanto, come per esempio adesso abbiamo un paio d'ore d'attesa prima di riprendere l'autobus.
Dopo la visita al villaggio di villa de Leyva sulla cordigliera orientale delle ande, siamo stati a fare una scappatella a raquira' un'altra piccola cittadina meno caratteristica ma ben colorata. per gli amanti dell'artigianato c'e' da divertirsi.
Dopo una breve sosta a Tunja siamo arrivati ieri mattina a San Gil, meta per gli appassionati di sport estremi. ( parapendio rafting canottaggio e discese in corda ).Noi ci siamo limitati alla visita del Parco El Gallineral, e questa mattina alla splendida BARICHARA. una CHICCA COLONIALE..... vero MICHELE?
Nel pomeriggio viaggio da san gil a Bucaramarga con la magnifica vista sul canion del chicamocha. per chi ha problemi di nausea non consiglio queste strade, e che bellissimi strapiombi !!!!!!! Per nostra S/Fortuna abbiamo trovato un piccolo incidente e quindi ci siamo fermati proprio in prossimita' del parco nazionale del Chicamocha e abbiamo potutto osservarlo tranquillamente scendendo dal bus.
Bene non posso descrivervi tutto, ma siamo in un BEL PAESE!
Adesso aspettiamo il bus notturno per Santa marta, ci faremo 9 ore di bus con l'aria condizionata a tutto GASSE!!!!!!! abbiamo gia preparato i sacchi a pelo pero'. Domani siamo al caribe sul parco tayrona. un bacio a tutti

Eravamo rimasti alla stazione dei bus di Bucaramarga e dir il vero ho visto cose migliori in questi giorni...
Dopo la notte in bus siamo giunti a Santa marta prima e al piccolo villaggio di Taganga dopo.
Abbiamo subito approfittato per un bel pomeriggio al mare con pranzo in spiaggia a base di pesce appena pescato.
Sabato abbiamo visitatoin giornata il bellissimo parco Tayrona dove abbiamo camminata tanto ma abbiamo anche
approfittato delle bellissime spiagge per un bel bagno tra palme e tanta vegetazione.
Dopo un'altro giorno rilassante nelle spiagge di Taganga siamo partiti alla volta di Cartagena de las Indias, una perla
dell'architettura coloniale, che mi ha ricordato in alcune cose l'Havana. Appena una notte a Cartagena per dirigersi nel paradiso di PLAYA BLANCA a 30 minuti di barca verso sud dove abbiamo dormito due notti a 5 metri dal mare in una S/Comodissima capanna con pavimento in sabbia. Il bagno in comune certo e naturalmente rigorosamente IN MARE.....
Abbiamo fatto tante mangiate di buon pesce fresco e ytanta frutta a colazione, e guisto un paio d'ore fa siamo rientrati a Cartagena.

Adesso dobbiamo ancora decidere sul prosieguo del viaggio, se dedicare un altro giorno qua e poi scendere a Medellin o se spostarsi ancora verso ovest sulla costa per TOLU e l'isola di San Bernardo, vediamo un po, la notte portera consigli.

Innanzitutto voglio scagliare una lancia a favore di questo bellissimo Paese
e della sua cordialissima gente. Non mi sono mai sentito a casa come in questo viaggio circondato di tanta buona gente e sempre A LA ORDEN come dirrebbero loro.
Allora, la visita al parco Arvi' di Medellin e' stato molto interessante, oltre alla bella passeggiarta tra i sentieri del parco e alla laguna di Piedrs Blanca, la cosa interessante e' stato il tragitto fino al parco che si effettua grazie al METROCABLE, una funivia che sale fino ai 2500 metri del parco partendo dai 1400 della citta'. Un bella vista sempre che sia una bella giornata.
Dopo aver lasciato Medellin siamo giunti con 6 ore di viaggio a Salento, piccolo villaggio "PAISAS" con poche cose da vedere ma con un salto indietro nel tempo. Caballeros con il poncho il sombrero e il proprio cavallo a spasso per le vie del paesino, ti riportano veramente indietro nel tempo.
A parte questo il posto e' piuttosto turistico con una strada centrale tutta colorata e piena di negozi d'artigianato.
Ma il motivo per cui siamo venuti qua lo abbiamo scoperto ieri mattina, attraversando a piedi la VALLE DEL COCORA. (http://www.valledelcocora.com.co/ )
Vedere per credere se vale la pena un viaggio in colombia.
Stamani mattina dopo una serata di fietsa con argentini e tedeschi ballando nell'ostello, siamo andati a visitare la FINCA DI DON ELIAS, un anziano signore che ci ha mostarto la propria piantagione di caffe, il procedimento di raccolta, lavvaggio, lavorazione e tostatura, fino alla prova finale, UNA BUONA TAZZA DI CAFFE COLOMBIANO BIOLOGICO..... Abbiamo anche raccolto una bella ananas per accompagnare al caffe'.
Bueno mi sembra che mi sono dilungato abbastanza.
Ultima cosa, oggi siamo venuti ad Armenia, abbiamo deciso di acquistare il biglietto notturno per bogota' ed oggi abbiamo visitato il centro di Armenia assaporando ancora una volta un buon caffe' in piazza BOLIVAR.
Domani mattina dovremmo arrivare alle 7 del mattino e dopo una breve visita al museo de oro e Botero di Bogota', si rientrera' a casa..........
Roby

 

Ciao a tutti,
dopo un arrivo a 2100m a Bogota, dove la testa duoleva e la stanchezza si faceva sentire, il viaggio e' andato sempre migliorando. Dopo una lunga dormita siamo partiti per Villa de Leyva, un piccolo paesino in mezzo alle montagne, molto curato dove si respirava un'aria veramente rilassata. Da li abbiamo fatto un'escursione anche a Raquira altro paeseino molto carino, ma forse un po' troppo indirizzato al turista.
Poi san Jil e Barrichara altrettanto pittoresco, dicono essere un posto molto ambito dai registi di Holliwood.
Oggi pomeriggio poi abbiamo intrapreso un lungo viaggio che ci portera' fino alla costa Caraibica. L'autobus sembra essere molto confortevole anche se l'aria condizionata viene tenuta al massimo.
Non vedo l'ora di arrivare al mare..........
Il cibo e' buonissimo, i succhi di frutta preparati al momento lo stesso, unica nota stonante la birra che e' sempre troppo gassata, ma vedro' di passarci sopra.
Vediamo quale sara' la mia impressione di questa costa che dicono essere meravigliosa
Siamo arrivati, in attesa del pulman che ci riportera' a Bogota' per poter prendere il volo di ritorno.
Negli ultimi giorni abbiamo visitato Medellin, la 3 citta' piu' importante della Colombia. La cittadina e' molto attuale con una metro e una funicolare che permette di spostarsi con grande facilita' per tutta la citta'.
La citta' ospita nella Plazoletta delle sculture diverse sculture di Botero, e tra le cose insolite offre un tour ai luoghi di Pablo Escobar http://www.zorba.com.co/tours-medellin/pablo-escobar-tour/
 Ci siamo poi spostati a Salento, piccolo paese famoso per la valle del cocora con palme da cera alte 20 metri, con paesaggi spettacolari http://www.google.com.co/imgres?q=valle+de+cocora&num=10&hl=es&gbv=2&biw=1024&bih=665&tbm=isch&tbnid=kCm8YiqJtnOxsM:&imgrefurl=http://aseutp.com/aseutp/p_noticias_list.php%3Fid_noti%3D60&docid=zceGJS9sFzNyvM&imgurl=http://aseutp.com/aseutp/UserFiles/Image/noticias/PROGRAMA%252520RADIAL/valle-de-cocora.jpg&w=400&h=300&ei=uS8jT4jUEs_yggf-pdjkCA&zoom=1&iact=hc&vpx=314&vpy=154&dur=1827&hovh=194&hovw=259&tx=111&ty=114&sig=109621555465582087223&sqi=2&page=1&tbnh=143&tbnw=194&start=0&ndsp=12&ved=1t:429,r:1,s:0
ed infine Armenia dove annualmente viene organizzata un ritrovo di jeep willis che arrivarono in questa zona con la seconda guerra mondiale e risultarono molto utili per i trasporti in campagna dove le strade sono a tutt'oggi olto mal messe.
La manifestazione si chiama yipao ovvero jeep carica fino al tetto   http://www.google.com.co/imgres?q=yipao+armenia+2011&hl=es&biw=1024&bih=665&gbv=2&tbm=isch&tbnid=rDFMt0fGCr-s_M:&imgrefurl=http://www.skyscrapercity.com/showthread.php%3Ft%3D479017%26page%3D41&docid=Bjmk9qyTF9IYjM&imgurl=http://photos-a.ak.fbcdn.net/photos-ak-snc1/v2361/192/46/1604710478/n1604710478_30152843_2730.jpg&w=604&h=453&ei=nisjT8GPF8PqgQeB0uGDCQ&zoom=1&iact=rc&dur=475&sig=109621555465582087223&page=3&tbnh=143&tbnw=201&start=31&ndsp=18&ved=1t:429,r:16,s:31&tx=108&ty=67
Elisa

 

wow que chevere bienvenidos a colombia para buses departaamentales http://www.bolivariano.com.co/ y pues en bogota dentro de bogota el trasmilenio fuinciona hasta las 11pm
tambien pueden intentar ver compañias como
empresa arauca
expreso palmira
flota magdalena
coomotor
rapido omega
expreso brasilia
coopetran
berlinas del fonce...
tal vez no tienen muy desarrollados los sitios web pero tienen rutas a nivel nacional
Marcel


Necesariamente llegarías a Bogotá; una ciudad muy grande y cosmopolita, que requerirá tiempo en sus atractivos. Mi consejo es que la dejes para el final como un epílogo del viaje. Observo que en tu lista excluyes casi todo el eje cafetero salvo la ciudad de Salento, dejando de lado una de las regiones más hermosas del país. El eje cafetero es una subregión muy amplia y Salento sólo es una de sus aristas; como ya habrás tenido oportunidad de conocer recién fue declarada patrimonio mundial de la humanidad. Mi consejo es que una vez llegues a Bogotá viajes por tierra al Eje Cafetero vía expreso bolivariano, los horarios y costos del viaje se pueden consultar en www.bolivariano.com.co ; como estos son días de lluvia las condiciones en carretera se sujetan al régimen imperante pero el viaje siendo largo se recomienda hacerlo de noche en un bus de buena categoría. Con esta línea de autobuses puedes acceder a Armenia que es la capital del Quindío y de allí a Salento y el Valle del Cocora o acceder a Manizales con el Parque de los Nevados , luego Pereira con las zonas campestres de la Florida y el Otún y de allí a Armenia y Salento. El viaje entre Bogotá y el Eje Cafetero es de 6 a 7 horas a Armenia o de 9 horas a Manizales, de Manizales a Pereira una hora y 40 minutos y de allí a Armenia / Salento una hora y media. Al interior del eje Cafetero hay una buena red carreteable, que te permite acceder a pueblitos que giran alrededor de la iglesia y los cultivos cafeteros escalonados en colinas de suave declive, templadas. Hay mucho que hacer, no sólo por la extensa campiña, sino por las fondas campesinas, los jeepao (carros heredados de la segunda guerra mundial), encontrando desde nieve, bosques fríos, bosques templados y otras tantas opciones que te permite el panorama. Todo allí es seguro. Si viajas entre octubre y diciembre podrías observar los andariegos, que básicamente son caminantes que recorren de finca en finca cogiendo café en la cosecha o la traviesa. Desde el Eje Cafetero puedes viajar a Medellín y el oriente antioqueño (El Peñol). Para ir a Medellín por tierra lo puedes hacer desde Armenia, desde Pereira o desde Manizales. Si viajas desde Armenia puedes ir por tierra a Medellín en flota occidental, su página web es www.flotaoocidental.com ; si vas desde Pereira igual puedes hacer uso de Flota Occidental, si viajas desde Manizales puedes ir en Flota Ospina o Empresa Arauca , en el primero son carros tipo Van o en el segundo son buses de línea.La carretera entre el Eje Cafetero y Medellín transcurre inicialmente por un valle cálido al lado del Río Cauca, eventualmente este rio se uso para la practica del rafting en el Mirador de Pipintá, el cual se encuentra a orilla de carretera. Es un hotel que proporciona servicio de alojamiento y turismo en el cañón a un costo razonable pero que no es bajo. En el camino los buses y carros de línea se detienen en un parador a orilla del camino donde venden comida criolla, si fueras en auto particular lo más aconsejable es esperar a entrar al Juancherito (Alto de Minas), donde la comida criolla es de lo mejor; después de terminar un recorrido de hora y media por el valle al lado del río empiezas a ascender, el ascenso es tedioso y recorre pueblos formados por la fuerza del comercio. Medellín se sitúa en un valle, pero la zona la que quieres llegar (El Peñol), está en los valles del oriente a una hora o dos desde la ciudad; sin embargo, no dejes de aprovechar la ciudad es increíble en sus contrastes, riqueza y pobreza, posibilidades. El metro, y los cables se elevan hasta el Parque de Arvi que llega al oriente y no debes desperdiciar ya que es una extensión gigantesca y hermosa. El trayecto más largo es desde Medellín hacía la costa Caribe. Hay una costa muy abrupta y poco elaborada en su turismo que inicia en el Golfo de Urabá y se va hasta los límites con Panamá, pero si tu interés es llegar a Cartagena la línea utilizada es Expreso Brasilia, la página web es www.expresobrasilia.com ; el recorrido se hace a través de montaña inicialmente y de allí en las llanuras tropicales que se extienden hasta el Mar Caribe. Ya desde las zonas costeras de Sucre o Córdoba puedes sentir el influjo del ambiente Caribe en pequeñas islas, rocosas, manglares como una antesala de la llegada a Cartagena después de un trayecto de más de 12 horas. Cartagena en sí misma es fantástica, pero te debes alejar de las hordas de vendedores y turistas, si la quieres disfrutar, son 4 islas rodeadas de cuerpos de agua y murallas y cañones y casas antiguas. Desde Cartagena hay una hora y cuarenta y cinco minutos en Barranquilla, una ciudad que no debes dejar de ver, allí es donde el Rio Grande de la Magdalena se une con el mar en bocas de ceniza; es una ciudad partida en 2 por la opulencia y la pobreza, pero con una arquitectura republicana hermosa y preponderante, dorada por el sol. De Barranquilla a Santa Marta hay 2 horas por tierra, desde allí pasas por la Isla de Salamanca, protagonista en algún momento de una tragedia ecológica que se dio con la muerte de sus manglares, los pueblos desde aquí a Santa Marta fueron la casa del nobel e inspiraron las leyendas de Macondo. Hay varias empresas de buses, de preferencia Brasilia sigue prestando el servicio. Allí está el Parque Tayrona, que en si mismo requiere una amplia descripción pero no dejes de disfrutar la ciudad que data de 1525, y la misma quinta de San Pedro Alejandrino, con su arquitectura republicana. Desde el Tayrona al norte hay una zona semidesértica amplia, hermosa, agreste que tal vez no alcances a visitar en lo limitado del tiempo. Desde Santa Marta te puedes regresar al interior por el oriente del país, te recomiendo buscar a berlinas del fonce como una opción de viaje, esta página la puedes ver en www.berlinasdelfonce.com pero igual esta Brasilia y Copetran. El viaje al oriente del país es largo en horas ( de 14 a 16 hasta Bogotá), pero con la particularidad de que lo partes para llegar a los Santanderes, allí tienes la oportunidad de visitar Bucaramanga, o los pueblos coloniales de Girón y Barichara, que son hermosos (donde el tiempo se detiene), el cañón del Chicamocha y de allí a San Gil al pie del Río Fonce, y que aparte del rating puedes visitar la espeleología. De Santander vas a Boyacá allí está Villa de Leyva, pero hay muchos más, por ejemplo Ráquira con sus artesanías o los pueblitos dormidos alrededor de lagunas y valles fríos, termales en Paipa o simplemente la campiña tranquila de la meseta cundi- boyacense que se extiende hasta Bogotá. Y Bogotá es otro país multicultural y enorme. Van a ser 20 dias muy agitados felicitaciones.

Pero se esta dejando de lado la Zona Arqueologica, Sa

FERNANDO


Pues te han dicho la verdad.. sin embargo debes cuidar siempre tus objetos personales y tener los mismos cuidados de un viajero en cualquier lugar.
20 días son pocos para Colombia, pero sí puedes conocer pocos lugares representativos y su gente..
En enero son los carnavales de Blancos y Negros al sur de Colombia en el departamento de Nariño, más precisamente en la bella ciudad de Pasto..que se ubica sobre la Cordillera de los Andes. Ahí se vive los Carnavales más extraordinarios de Colombia del 2 al 6 de enero. No se los pueden perder.
Después carnavales y hacer turismo en Nariño y conocer a los integrantes de CS de Pasto , pueden subir a la colonial ciudad de Popayán, ir a bailar salsa en Cali, conocer el triángulo del Café en pueblos y paisajes como los de Salento, Armenia y Quimbaya.
Inmediatamente suben a conocer a la bonita Medellín y terminar sus vacaciones en el Parque Tayrona... Así habrán atravesado el país de Sur a Norte y visto una gran parte de Colombia.
Aquí les dejo unos links que les puede servir..
Les deseo un gran viaje! y que se sorprendan de la mejor manera ;)
Namasté!

 

 

 

ho viaggiato in Colombia l'anno scorso e ne sono stato entusiasta. Un paese bellissimo con gente stupenda. Con due mesi di vacanza riuscirai a fare un giro di tutto il paese vivendolo intensamente. In più la vita per noi non è assolutamente cara quindi ci si può permettere qualche comodità in più.

Per la questione sicurezza io non ho mai avuto alcuna sensazione di pericolo, pertanto ti consiglio vivamente di fare questo viaggio: ne vale la pena!

Carlo

 

 

la Colombia e' un paradiso. Non l'ho girata tutta ma quasi, ho percorso via terra tutto il tracciato dall'Eje Cafetero a Cartagena (dove dimoravo), passando da Bogota e Medellin, alla faccia di chi dice che e' pericolosa! :)
Angelo.

 

Ciao a tutti.

per la sicurezza in Colombia, sono d'accordo con chi non l'ha sentita pericolosa.

Ci sono stato nel 2009, da solo, e mi sono trovato molto bene.

E' vero, è considerata uno dei paesi più pericolosi al mondo ma non mi sono mai sentito in pericolo nè avvertito timore per tutti i giorni del viaggio.

Secondo me la Colombia è tranquilla.

Sono esagerate le notizie che ancora reputano la Colombia degli anni '80, quando le forze della Farc usavano sequestrare per sovvenzionarsi...

I colombiani sono un grande popolo,

non guardano gli stranieri come soldi ambulanti nè vogliono farti del male...

Mi sono sentito bene ovunque, e questa sensazione mi è stata raccontata anche da tanti viaggiatori che ci sono stati recentemente...

michele

 

 

 

Sono appena tornato dalla  Colombia! Un paese per certi versi sorprendente, con gente cordialissima, tutta il contrario di come viene descritta. Un paese da vivere e cercare a tutti i costi il contatto con la gente, perché è li che sta e vive  la vera Colombia:

in Colombia non ho mai sentito o percepito sensazioni di pericolo, ma penso che se vai in certi quartieri di Milano, Napoli , Palermo ecc in fatto di pericolo  non cambia molto. Poi naturalmente se non ti succede niente è sicuro se ti succede qualcosa diventa pericoloso

Vincenzo

 

 

Caro Daniele... i consigli della nonna credimi sono inutili per un paese come la Colombia...

Non credo troverai in tutto il sud america un paese con la piu alta percezione di quel senso di tranquillità e di accoglienza che avvertirai in Colombia...

Certo di problemi ne hanno pure loro e di contraddizioni ne noterai anche li... ma la senzazione che ho avuto dai colombiani è la volonta di crescere, di differenziarsi dagli altri paesi latinoamericani, di non piangersi addosso, di darsi un carattere più "europeo" o "americano" (aimè dico io... perchè potrebbero farcela anche da soli senza doversi ingraziare gli americani che nulla fanno senza un tornaconto economico e politico).

Vedrai sarai accolto bene e non faticherai a dialogare e sopratutto viaggierai in tranquillità... perchè almeno quando ci sono stato io, le strade le piazze sono vigilate sempre dalla polizia o dall'esercito.... ma non ti suggestionare e non pensare di essere in un paese sotto assedio, anzi avvertirai di essere sempre in sicurezza.... se per strada ti fermeranno per chiederti passaporto e per perquisirti, sappi che è una prassi normale e ritienila una cosa positiva!

Ale

 

 

 

Cartagena non piu' di qualche giorno, bellissima ma super turistica, non e' la Colombia vera, molto meglio santa Marta (e dintorni), idem per la supposta pericolosita', se ti dicono di non andare in un posto o di non andarci solo o cose simili ascolta quello che ti dicono, se non cerchi rogne non ti vengono a cercare ma certo la Colombia non e' ne Santo Domingo ne Cuba,un po' piu'di attenzione ci vuole....

Paola'

 

 

Per vivere e studiare è meglio Bogotà, che dal punto di vista culturale offre parecchio rispetto alla Costa caraibica. Per il mare Santa Marta, mentre Cartagena per qualche giorno di puro turismo, dato che il centro storico cittadino è splendido.

Riccardo

www.ilponteonlus.com

 

 

ho fatto 3 viaggi in Colombia

mai successo niente, anzi tutto perfetto

le solite precauzioni del viajero

come in tutto il mondo... Milano compreso...

se posso darti un consiglio

fai una ricerca in internet ...

cursos de espanol  para extranjeros

oppure    clases de idioma

santa marta  visto che vorresti il mare   o la citta che preferisci

( Cartagena è bella da visitare non mi fermerei 3 mesi )

potresti trovare una persona che oltre ad aiutarti con il corso

potrebbe anche darti ospitalità,   quindi full 100 %

vai tranquillo

dove non devi andare.... nessuno ti porta... quindi

se non cerchi rogne loro no ti saltano addosso

Michele

 

 

Se non sei mai stato in America latina, sappi che da queste parti bisogna usare varie precauzioni in più rispetto al resto del mondo.
La COlombia in se stessa non è più pericolosa degli altri stati sudamericani, nonostante ciò che si sente in tv.
il vero pericoo non è la guerriglia (confinata nella giungla), ma la microciminalità che, appunto, in sud America è abbastanza presente ovunque.
Ma con gli occhi sempre aperti e le giuste precauzioni, non si corrono grandi pericoli (a me non è mai successo nulla in tanti anni!).
Cartagena...mmm, molto turistica, troppo, son sufficenti alcuni giorni e poi cambiare aria, secondo me. Molto melgio altre città meno turistiche della COlombia (Medellin, Cali, Bogotà, etc).
Per il resto... tuffati nell'umanitò del sud america, vedrai che non puoi non restarne affascinato!
Pietro
www.travelbaila.it

 

 

Sì, forse non ci crederai ma, sono stato sempre bene, sereno e tranquillo.
Mai avuto problemi nè avvertito pericolo.
I colombiani sono un popolo allegro e ben disposto con gli stranieri, sempre gentilissimi e dalle buone maniere...
un esempio per tutti!
michele

 

 

per quanto riguarda la sicurezza inutile ricordare che dipende molto da noi "la sicurezza" da come ci muoviamo, cosa portiamo addosso, i luoghi che visitiamo, ecc

oltre alla fortuna di non incontrare dei balordi cosa che potrebbe accadere anche a Milano...

serve solo il buon senso e la consapevolezza che sei un turista quindi probabilmente hai qualcosa addosso che potrebbe servire in citta puoi girare tranquillamente rimanendo sempre in mezzo alla gente okkio piuttosto alle tasche, in particolare a Medellin ad ogni modo, ho quasi sempre viaggiato da solo

percorrendo quasi tutta la Colombia senza nessun inconveniente 

per quanto riguarda l' aereo ho sempre viaggiato con Iberia prenotando via internet, quindi lasciando il numero di cellulare 

il ritorno si ritiene sempre confermato salvo avviso da parte di Iberia tramite sms

una cosa importante.... se paghi con carta di credito devi averla con te alla partenza del viaggio altrimenti non ti fanno il check-in anni fa usavo fare una telefonata un paio di giorni prima + che altro per sapere l' orario esatto in particolare nel periodo di ferie, per eventuali over booking

altra cosa al ritorno, arriva in aeroporto per tempo prima di andare al check-in devi andare al box dell' aeronautica civile per il timbro di uscita dal paese altrimenti poi devi rifare la fila

Michele

 

 

Dimenticavo  se vai a Barichara chiedi un passaggio in piazza per  Guane

oppure contratta per il viaggio ... sui 20.000 ida y vuelta

altrimenti se hai tempo hay un sentero famoso che ti porta in 1,5 ore circa...

un paese fuori dal mondo

un piccolo museo di paleontologia sul popolo indigeno Guane

con una arzilla signora che ti spiega tutto per bene.

Michele

 

 

 

ho risposto alla mail per quanto riguarda l' orario del bus

adesso ho telefonato

mi hanno detto che in questo periodo fanno una corsa ogni 30/40 minuti circa...

e normalmente l' ultima è alle 18.00 circa...

siamo in Colombia il circa è d' obbligo

l' ultima volta sono partito alle 8 da Barichara con cambio a San Gil mi sono poi fatto lasciare al Chicamocha lasciando il bagaglio alla poliziotta del controllo all' ingresso del parco mancia scontata altrimenti non sapresti dove lasciare i bagagli....

36.000 pesos ingresso e teleferico, a testa

la mia opinione sul parco...

piccolo centro di botteghe artigianali

passeggiata fino alla cima

cerveza mirando el panorama, molto caldo

poi con la teleferica fino all' altra parte della valle con sbalzo di temperatura

 altro piccolo centro di botteghe artigianali

ristorantini graziosi

bei panorami... niente a che vedere con i panorami dolomitici

se non vuoi farti un giro con il cablevuelo... para mi no tiene algo mas

 poi basta fermare un autobus diretto a Bucaramanga... se ha posto libero ti fa salire oppure ti accomodi in corridoio... que te vaya bien

 per quanto riguarda la posada mi sono fermato alla bella e confortevole posada de Pablo spendendo credo 60.000 in 2 con colazione

Michele

 

 

 

 

Ciao, ho la lonely ma a volte le info non sono precise; pensa dice che per andare alla laguna di guatavita è necessario chiedere un permesso ad un ente particolare...ASSOLUTAMENTE FALSO!!!...o notizia non aggiornata.

 Il link del parco è questo : http://www.parquenacionaldelchicamocha.com/ .

Rosario

 

 

puoi uscire dove vuoi e quando vuoi ovviamente con un po'di buon senso.....Colombia non e'il paese terribile che spesso si descrive ma non e'nemmeno la Svizzera per cui quando esci devi fare attenzione....ovviamente non metterti in evidenza con orologi, telefoni o apparecchi fotografici, blocchi di banconote e cose de genere...dopo di che la lonely planet secondo me e'abbastanza equilibrata (non parlo in particolare della guida Colombia che non conosco ma delle guide L P in generale...), nel mettere in guardia rispetto a posti un po'pericolosi senza esagerare....vale la pena anche chiedere alla gente del posto, nell'hotel dove dormi etc, dopo di che soprattutto dato che sei solo non farti venire in mente di bere (voglio dire ubriacarti o essere un po'troppo su di giri) dato che...i Colombiani sono molto socievoli e gentili, spesso ti invitano a bere ed a volte sono molto insistenti e sembrano offendersi se non bevi ma e'molto pericoloso, primo perche'in generale sono forti bevitori e quando loro non sono minimamente alterati tu sei gia'steso anche se pensi di avere una buona resistenza, poi perche'la minima perdita di controllo puo'costare cara....le risse tra ubriachi sono molto frequenti e spesso salta fuori la pistola od il coltello per cui e'indispensabile saper in ogni momento valutare in modo lucido la situazione e mettersi da parte se si vede qualcosa di strano, questo non ti deve spaventare perche'in realta'' con un po'di buon senso e attenzione si evitano tutti i problemi, io sono stata li varie volte anche per lunghi periodi sia per vacanza che per lavoro e non ho mai avuto problemi....poi e'indispensabile non guardare nemmeno di striscio le donne degli altri....anche in questo caso soprattutto di sera quando gli animi sono un po'riscaldati puo'essere davvero pericoloso....per l'aereo....dipende da con che compagnia voli e che politica hanno loro...dovresti informarti in questo senso...

per il resto....cosa intendi per e'il mio primo viaggio di questa portata??????spero non sia il tuo primo viaggio extra europa o la tua prima esperienza di viaggio non organizzato......in questo caso io non avrei scelto la Colombia sinceramente....

buon viaggio!!!!!!!!

Paola

 

 

 

Hai scelto bene di andare in Colombia… non ti pentirai, soprattutto per la gente oltre che per le bellezze naturali ed artistiche che troverai!!

La gente è però quello che colpisce di piu della Colombia… cordialissima disponibile gentile e ospitale!!

Questa predisposizione la si riscontra in Colombia piu che in altri posti, come ad esempio il vicino Venezuela, dove sono piu scontrosi coi viaggiatori forse perche piu abituati al

turismo e dove sei trattato piu come “portatore di dollaro fresco” da spolpare bene bene, che come fonte di novità ed accrescimento culturale…

In Venezuela interessa prima il tuo denaro poi il resto… in Colombia no! Al Colombiano piace conoscere e parlare e poi è normale che anche per loro è importante il dollaro… ma questo viene dopo!

A Bucaramanga un tassista pur di parlare con me delle cose piu svariate del mio e suo paese, andava pianissimo ed ha allungato la strada volontariamente e senza farmi pagare un dollaro in piu, solamente perche era contento di parlare con un europeo! Era contento che il suo paese era visitato da un italiano, ne era orgoglioso.

Il Colombiano è dignitoso nel suo modo di vivere, anche le persone piu povere non scadono mai.. sono curate, combattive, ambiziose, fiere!... questo ripeto è un aspetto che ho maturato nell’osservare del mio viaggio prima in Colombia poi in Venezuela e che mi ha fatto innamorare della Colombia…

Per quanto riguarda il tuo itinerario a Bogotà ci starei lo stretto necessario, Medellin non ci sono stato ma me ne hanno parlato bene molto piu di Bogotà, San gil è ottima per andare a Barichara (bellissima per me) e Villa di Leyva anche molto bella ma che non ho visitato,Tayrona merita!,a Santa Marta non dormirci ma vai nella vicina Taganga un villaggio di pescatori dove ti sentirai a casa, Cartagena bellissima anche se turistica ma merita!, San Andres… un tuffo nei caraibi!

Per quanto riguarda Leticia è un viaggio affascinante… ho il contatto di una guida conosciuta li che ti fara fare il giro che ho fatto io immersa nell’amazzonia!

Ale

 

 

 

Sono rientrata da una settimana dalla Colombia, bella davvero (anche se per ora, per me, l'Africa è sempre al primo posto).

L'Amazzonia è fantastica, ma anche i paeselli di montagna e poi l'isla Mucura. E la gente è incredibilmente gentile. Né ho avuto mai la sensazione di essere in pericolo.

Ma questa volta, la cosa che mi è piaciuta di più è stata....viaggiare da sola! era proprio gustoso. Con l'amica e il suo amico con cui ero partita non è andata granché bene, nessun litigio, ma....non c'era il feeling del viaggio.Così ho fatto alcuni giorni per i fatti miei, ci siamo ritrovato più tardi e alla fine me ne sono proprio andata per altri lidi.

Che sensazione bellissima! anche in Burkina ero sola, ma più stanziale,e poi trattandosi di volontariato, il viaggio aveva un altro scopo. Qui è stato diverso, ho fatto un diario di viaggio, ma ad un certo punto diventa un'altra cosa. Ho conosciuto altri viaggiatori, mai italiani, a cui ogni tanto mi aggregavo, anche questo mi piaceva ed ho ascoltato i loro racconti di viaggio. La cosa che mi deprime un pò è il turismo di massa, e che massa, ed il fatto che non si può andare in un posto, riconosicuto interessante dal punto di vista naturalistico o per altre cose, senza trovare la massa di gente e locali che trasformano il loro comportamento nell'intento di provare a soddisfare le presunte esigenze dei visitatori. Un viaggiatore che ho conosciuto mi ha racocntato che sullle rive de lago Titicaca ci sono le donne "travestite" che accolgono i turisti cantando e nel repertorio c'è anche Vamos a la playa!!! che tristezza.

Dunque..
cominciamo da Leticia...ho dormito lì solo una notte per poi andare nei giorni successivi a Puerto Narino. Già lì era fantastico, anche se c'erano i classici alberghetti, il paesaggio è stupendo. La selva è a due passi, la vegetazione rigogliosa come mai l'ho vista e si capisce perchè, visto che ogni giorno arrivano scrosci di pioggia incredibili. E ci sono momenti di straordinaria bellezza, come .l'alba e il tramonto sul rio delle Amazzoni e quando anche le orecchie si riempiono di concerti di cinquettii!
Puerto Narino, come dice la guida, è famoso perché tutti si adoperano per conservare l'amibiente con una raccolta differenziata dei rifiuti e non c'è un'automobile.
Lì ho preso per mezza giornata una guida, con sconto, perchè ero sola, Gaia aveva un brutto mal di schiena e non se la sentiva. E' stato bello, anche se credo che se fossi stata nella selva un paio di giorni lo sarebbe stato ancora di più. Così ho solo camminato mezza giornata. Praticamente impossibile andar soli.
In quelle poche ore ho ascoltato i rumori della foresta, osservato i movimenti della mia guida, sentito sulla pelle l'umidità quasi palpabile, visto foglie, semi, alberi, incredibilmmente grandi.
Il secondo giorno a Puerto Narino ho trovato un pescaotre che mi ha portato, sola e a buon prezzo, per il solito problema della schiena, a fare un giro nel lago, praticmanete è una parte dove il rio si fa più largo, a vedere i delfini grigi e rosa.
La partenza era prevista di nuovo presto, alle 7, il rio era piatto come l'olio, uno specchio, l'atmosfera davvero suggestiva. In giro praticamente solo pescaotri, sul rio raramente incontravamo qualcuno. Ad un certo punto ha anche finito la benzina, abbiamo dovuto aspettare che passasse un'altra barca per comprarne una bottiglietta.
E poi ecco che spuntano, e immediatamente spariscono, due delfini rosa. Leopoldo, il pescatore, mi dice che i deflini arrivano dal rio al lago Tarapoto alla ricerca di cibo.
Dopo solo un paio di ore rientriamo. E' ancora mattina, io decido di andare a passare la giornata e la notte successiva a Mecedonia, un villaggio vicino di articiani, si trova sempre sulle rive del rio e in direzione di Leticia. Il barco mi lascia così a Macedonia, entro in paese, in questo slargo che potrebbe essere la loro piazza. Ci sono diverse bancarelle dove gli artigiani vendono manufatti legno e monili di semi, cocco, fique, chiedo alla prima signora che incontro dove si può dormire in paese e lei mi risponde: ma a casa mia! io: quanto costa dormire in casa tua? lei: quanto vuoi tu
Nel villaggio arrivano in mattnata gruppetti di turisti, viaggi in giornata organizzati dagli hotel, i locali hanno organizzato danze con costumi tipici e maschere, alla fine delle danze le fanno provare ai turisti che così possono farsi una foto. Che tristezza!
Alla fine tutti se ne vanno. Mirella, la padrona di casa mi prepare il solito pranzo, pesce, riso, insalata e patacones (sarà lo stesso per tutto il viaggio), la casa è una palafitta, neinte elettricità, doccia di acqua piovana raccolta nei secchi posti su una sorta di ponte di legno tra una stanza e l'altra, bagno fuori.
In casa vivono 9 persone, di questi non so quanti sono bambini, con loro è facile socializzare, mi coinvolgono subito nei loro giochi e voglino sapere dell'Italia.
Passo alcune ore in quella famosa piazza, ai bordi del fiume, guardando il tramonto sul rio, giusto in tempo per farmi divorare dai zancudo, zanzare minuscole e terribili che mi lasciano bolle con un prurito irresistibile.
Sono appena le 18, anche se il danno le zanzare ormai l'hanno fatto, decido di ripararmi sotto la zanzariera, a letto, a scrivere e leggere.
E' quasi buio e ormai ho imparato a svegliarmi e andare a dormire come le galline.
Questa è stata la mia breve Amazzonia.
Ma avrei avuto una voglia matta di proseguire a sud via rio, in Brasile, o Equador, o Perù.....invece il giorno dopo ci aspettava l'aereo Leticia-Bogotà.

Valeria

 

 

 

Posso dirti che per me Colombia significa cuore, calore, colore, gente meravigliosa che non dimentico.

Costarica invece per me vuol dire ammirazione verso una natura che abbaglia e stupisce e che mi ha dato delle forti emozioni!

Per quanto riguarda Panama vorrei andarci anche io e me ne parlano bene.... ci sono solo passato sopra con l'aereo vedendo lo scempio che l'uomo ha potuto fare costruendo il Canale di Panama.

Sono a disposizione per qualsiasi domanda su Colombia e Costarica che possa aiutarti nella scelta.

Tienimi informato!!

PS: inoltro la mia mail al gruppo di viaggiatori di Viaggiareliberi... magari qualcuno di loro anche puo esserti utile!!

Alessandro

 

 

da Cartagena andrei direttamente a Medellin in aereo prenotando oggi spendi 80.000 pesos e sono 1.20 ore di viaggio http://www.aires.aero/

in autobus …dipende dalla compagnia… forse spendi di + con circa 13 ore di viaggio l’ aeroporto Rionegro è abbastanza fuori citta… conta se arrivi tardi per il taxi sono circa 80.000 pesos

Medellin e dintorni meritano certamente una visita se vuoi ti passo il numero di un hotelito nella zona rosa del Poblado que bonito el  parque Lleras……

poi scenderei per la valle del Cauca

più o meno il giro che ho fatto aggiungendo il giro che ha fatto Michele Spiriticchio

arriverei a Popayan e San Augustín

poi vedi quanto tempo ti rimane…. se andare a Leticia o ritornare a Bogotà per Neiva fermandoti nel deserto di Tatacoa

Leticia puoi fare  l’ escursione in barco di 2 giorni arrivi  Amaturá e ritorni oppure risali per Iquitos circa 15 ore con barco veloz e circa 10 per scendere sono circa 100 dollari

per quanto riguarda Iquitos per poi scendere a Leticia dovresti sempre arrivare in aereo da Popayan o Cali… non saprei se ha linea diretta… non credo poi metti in conto la vaccinazione

Michele

 

 

Non è particolarmente piacevole avere a che fare con la polizia colombiana ma in genere non fermano le persone per niente e soprattutto in genere trattano con molto riguardo i turisti che si comportano bene (mentre sono davvero duri con chi crede di andare li a fare quello che non può fare al suo paese, ma come far loro torto?),è possibile che in qualche occasione vi fermino e chiedano i doc ma una volta verificato che è tutto ok tutto finisce lì....per le armi....bè,in effetti ci sono zone dove molta gente gira armata ma.....dipende dalle zone, dagli orari, dai luoghi che si frequentano....in viaggiatore con la testa sulle spalle ed in po, di occhio, attenzione ed esperienza non corre normalmente pericoli....

Paola

 

 

sono partito il 4 agosto con Iberia

Venezia, Madrid, Bogotà

ho visitato  la capitale rimanendo  3 giorni

quindi musei e chiese, Monserrate, Candelaria, una vista hermosa della ciudad dalla torre Colpatria

molto bello il museo dell’ oro che merita senza dubbio la visita

poi ho preso una macchina

sono andato a Zipaquirà, Chiquinquirà, Villa de Leyva, Raquirà, Ubate

con la classica cena al ritorno a Chia da Andres carne de res…… locale particolare

poi con un volo interno di 40 minuti… 140.000 pesos

conveniente se rapportato al costo autobus e tempo necessario…

sono andato ad Armenia

ho visitato Armenia, parco del caffe, Montenegro, Panaca, Chimbaya, Calarcà, Salento,Valle del Cocora, Pereira,

Santa rosa de Cabral, una giornata di relax a  Termales con la sua cascata e acqua 35 gradi

in autobus fino a Manizales

sempre in autobus hasta Medellin

una città che mi ha sorpreso… in tutto organizzata, ordinata, efficiente… mi sono fermato 1 giorno in + del previsto li ho fatto Santa Fe de Antioquia la ripresa de Guatapè con el peñol…. merita da Medellin ho preso un altro aereo Avianca che mi ha portato a Cartagena in 1 ora Cartagena…. sono arrivato tardi e sono andato a Bocagrande il giorno dopo mi sono cercato un hotelito dentro la ciudad vieja che merita quanto è bello perdersi per quelle calles

il mare… sembrava jesolo….

fuori della ciudad vieja nada de nada se non il convento Popa non ho fatto nemmeno le islas del Rosario, sentito i pareri di molti (quasi 5 ore di barca per rimanere solo 3 ore in mezzo al casino)

ho preso l’autobus per Barranquilla e poi per Santa Marta anche qui il mare una delusione… pensando ai caraibi ovviamente…

mi sono fermato al Rodadero

ho fatto poi Taganga con Playa Blanca,il giorno dopo a  Playa Concha per poi andare al parque Tayrona, Arrecifes, la piscina, Cabo San Juan dormendo in una cabaña…  alla mia età l’ amaca non è il massimo ritornato a Santa Marta ho preso un altro aereo per Bogotà con Aires per 140.000 pesos sempre 1 ora

ultimo giorno in capitale  e poi il 27 rientro in patria

che dire della Colombia nessun problema… anzi tutto perfetto fermato una sola volta per controlli andando a Guatapè nessuna cosa o persona mi ha turbato durante il viaggio e non mi sono mai sentito in pericolo o sofferente  

i Colombiani sono in gran numero brava gente

certamente non sono andato in zone o posti poco raccomandabili tantomeno sono andato in cerca di  stranezze….o avventure ho sempre trovato chi mi poteva aiutare… per nulla in cambio se non un gracias  

mi sono divertito… e molto in particolare a Medellin

il parque Lleras nel barrio Poblado è l’ ombelico della zona rosa assolutamente  da frequentare per chi visita questa città terminando con una visita al barrio Sabaneta con le famose birrerie

si mangia bene, il clima per mia fortuna è stato ottimo… mai preso la pioggia certo si passa dai 12 gradi di Bogotà ai 35 di Santa Marta quindi doppio trolley,  uno lasciato in hotel a Bogotà con la roba pesante e ripresa poi l’ ultimo giorno ho preso degli appunti del viaggio

preparo una pagina con delle foto di queste tappe

e ti passo l’ indirizzo

la risposta che dico a tutti in questi giorni:

spegnete la tv e comprate un biglietto per la Colombia è l’ opposto di quello che pensate….

Michele

 

 

 

 

tornato ieri dalla Colombia dopo 22 giorni  

tutto perfetto

e come dicevi tu

il paese forse meno pericoloso del sud America

Michele

 

 

Io non perderei troppo tempo a Cali... :-) almeno che non sei una patita della salsa... :-) a me piace ballare ma tolta la movida c'è poco...

Io posso consigliarti di andare a Mompos... un viaggio nel viaggio in un luogo che offre poco se non l'emozione di arrivarci ed il silenzio torrido delle sue strade... poi la sera il lungo fiume...

Leggiti "Cronaca di una morte annunciata" di Marquez e poi percorri a piedi le stradine assolate ed il lungo lago...

Niente di che per carità, ma se sei una viaggiatrice anche un pò sognatrice, oltre alle emozioni che possono scatenare cose eclatanti come monumenti grandi citta e spiagge paradisiache, sicuramente ti farai coinvolgere dalla poesia e dalle emozioni che possono regalarti luoghi semplici come certamente è mompos...

Su Medellin concordo anche se non ci sono stato è da non perdere mi dicono!!

Posso consigliarti la rossa Barichara dal fascino campesino e la regione del Santander magnifica

Ale

 

 

 

Bogotà è immensa e poco si presta al turismo di massa, ma si adatta a chi abbia interessi culturali.
Medellin stupisce per l'ordine architettonico, visto che cos'era sino a pochi lustri fa.
Cartagena è un gioiello turistico, ma tanta povertà e disagio viene vissuto dai suoi abitanti.
Santa Marta è unpiacevole luogo per una vacanza di mare.
Tieni conto che le distanze sono notevoli e le vie di comunicazione poco efficienti; quindi metti in conto trasbordi lunghi.
La questione sicurezza: le vie transregionali battute dai mezzi di trasporto collettivi sono sicure.
Nelle città muoviti con la circospezione che si adotta ovunque.
La gente colombiana è amabile ovunque, te ne accorgerai ben presto.
Riccardo.
http://www.alol.it

 

Per quanto riguarda lo spostamento tra Popayan e San Agustin la strada è sterrata ma il percorso tutto sommato è agevole…. Non devi prenotare nulla…non serve… anche perché non vedo come potresti da qui … vai tranquillo e prendi il primo collettivos che parte.

La passeggiata a cavallo è stata piacevole a me è piaciuta anche se molto semplice… però è stata una bella mezza giornata.

A Popayan dedicherei almeno una notte e una giornata intera…. Merita un buon descanso

Se vuoi chiamami o aggiungimi a messenger cosi ti do magari contatti e dritte nello specifico…

E soprattutto vedrai che la Colombia ti darà tante emozioni!!

Alessandro

 

 

In Colombia ho vissuto un annetto (a Cartagena) dove ho costituito una fondazione e gestito alcuni progetti di volontariato, e ogni tanto ci ritorno per seguire le attività.
Ho girato grosso modo tutto il paese.
Il platypus di Bogotà è molto sopravvalutato. Sporco, poco confortevole, e poi a me non piace l'ambiente di mochileros (pur essendolo di fatto).
Devo recuperare l'indirizzo di un paio di hotel, magari meno economici del platypus, ma più confortevoli.
Sulla questione sicurezza, in centro a bogotà non ho mai avuto problemi. Vale anche qui il discorso che ovunque nel mondo può accaderti qualcosa se non presti attenzione a te stesso.
Altra indicazione: non prestare troppa fede alla Lonely Planet che, in particolar modo riguardo alla Colombia, reca informazioni poco precise.
Riccardo

 

Ciao Andrea,

scherzi o che???mi sembri un po' sprovveduto!!!!!!!!

girare con una reflex digitale al collo ? rischioso in qualsiasi grande citt?, Asia inclusa......a Bogot? ed in latino america in genere pi? che in altri posti...per cui tienitela in tasca!!!!!!!

A Bogot? fa freddo ma come in autunno da noi, per lo meno in citt? serve un maglione ed un giubbino ma non pesantissimo, tieni conto che il tempo pu? cambiare varie volte al giorno e puoi passare tranquillamente dalla t-shirt al maglione e giubbino da un'ora all'altra, piove anche spesso ed il sole quando esce brucia perch? sei a 2700 metri di altezza.Se esci dalla citt? (nei paesi etc dove non c'? cos? tanto cemento e auto), pu? fare freddissimo (sotto zero)

La carta prepagata poste pay e' una buona opzione perch? se te la rubano hanno solo una disponibilit? limitata, con i travel cheque non ho mai viaggiato e non ho idea, ma se fai attenzione puoi viaggiare tranquillamente con Bancomat o carta di credito (nel senso di fare attenzione quando prelevi a non avere nessuno troppo vicino, che non ci siano persone che ti tengono d'occhio quando ti avvicini alla banca o all'automatico e che l'atm non abbia niente di strano...)

Il passaporto dovresti in teoria portarlo con te ma in un posto sicuro tipo una tasca interna, ma dipende da dove vai, una buona opzione e' lasciarlo in albergo e girare con una fotocopia, se lo porti addosso lascia la fotocopia in hotel...facilita le cose con l'ambasciata in caso di furto....

Prenotare i taxi e' un ottimo suggerimento se ti fai portare in un locale in taxi gli puoi chiedere di lasciarti il suo numero e poi lo richiami o puoi chiedergli di venirti a prendere ad una certa ora, ti sconsiglio di ubriacarti e di non avere il perfetto controllo di te stesso, non guardare le donne degli altri e prima di guardarne una accertati che non sia accompagnata....se il taxi non arriva o qualsiasi cosa puoi sempre chiedere aiuto al buttafuori del locale o a qualcuno del locale che ti potr? aiutare a trovare un taxi sicuro.

Per Bogot? direi che ti conviene prenotare in anticipo almeno la prima notte.....dopo hai il tempo di farti un giro e decidere....in hotel puoi spendere quello che vuoi, dai 20 ai 400 euro a notte, dipende dagli standard che cerchi!!!!!!!!!

Paola

 

 

io (ma molti anni fa) entrando in Amazonia (Letizia) ho dovuto presentare il lebretto per la febbre gialla.
In realtà due anni fa in Venezuela non mi hannorichiesto molto ma io la farei in ogni caso...
No anticolera (serve a poco e di butta per terra)
Si antitetanica e Antitifica!
LA COLOMBIA meraviglia!!!
Vai in Chocò se è ancora come prima è una favola!
(io ci sono arrivata con un piccolo aereo da MEdellin perchè non c'erano strade! ora non lo so)
VARINIA

 

sono stata a San Andres ormai una vita fa! (più di 20 anni) ma gà allora era molto di più di un nulla!!!
Turistico anche se bello! Ora immagino che sia veramnte molto ma molto sfruttato.
Se la ragazza  è do Bogotà considerà San andres il top (fai conto che per i messicani de DF Cancun è il Top!!!) per cui!
Providencia all'epoca era spettacolare adesso non ti saprei dire.
Certo che rimanere tutto il tempo a Bogotà è uno spreco... non è un fiore di città e la Colombia è bellissima.
Credo sia bello girarla piuttosto che rimanere nella capitale (che lascia molto a desiderare!)
Io sono stata (15 anni fa circa) nel Ciocò e in Amazzonia delizioso!
Ma sai ogni persona ha i suoi gusti e le sue esigenze!
VArinia

 

per il mare direi che puo andar bene santa marta. poco economico e accessibile senza grandi trasborsdi aerei come san andres.

cartagena non ha spiagge cittadine particolarmenre invitanti, amche se la città e' splendida per i costi non saprei, dipende dal tenore del viaggio; può andare da qualche centinaio di euro anche a 1000.

riccardo

 

 

 

se cerchi la natura incontaminata o quasi e pochi turisti scarta subito Cartagena, bella, coloniale ma sicuramente r) e alla Sierra di Santa Marta se ti piace il trekking (da fare solo con guide affidabili), io opterei per Santa Marta ma dipende dai tuoi gusti e soprattutto Santa Marta va bene se hai un auto per muoverti...altrimenti opta per San Andres...

3-400 euro per cosa????per i 20 gg o per il mare????????????Dipende molto da cosa vuoi fare!!!!!!!!1con 3-400 euro puoi tranquillamente vivere in Colombia per 2 mesi se ti fai la spesa e cucini usi solo il bus e non fai niente di speciale ma visto che suppongo vorrai uscire e conoscere....credo che non bastino....calcola che Bogot?-costa sia Cartagena che Santa Marta o San Andres sono almeno 100 euro di volo....via terra sono 20 ore che non ti connsiglio anche per la brevit? del tuo soggiorno....non ho idea del prezzo perch? io l'ho fatto pi? di 10 anni fa (e siamo stati fermati e perquisiti dalla guerriglia....che poi ci ha pero fatto ripartire senza prendere niente...suppongo cercassero qualcuno...)

Paola

 

 

 

www.posadadelgecko.com

 

 

 

 

 

 

Home ] UP ]